Excite

!!! - Myth Takes

23684.x-news-art.jpg

Etichetta: Warp Records   -   Voto: 7

Brano migliore: All My Heroes Are Weirdos

 

I !!!, la band dal nome ingoogleabile, pubblicano il terzo album. A dire il vero il trucchetto per cercarli in rete cè: basta digitare il modo in cui, a detta di loro stessi, si deve pronunciare il loro moniker, chk chk chk.
Myth Takes, in realtà, non sarà nei negozi (inclusi quelli virtuali) prima di marzo, ma sappiamo bene come vanno queste cose e lalbum ha già cominciato a circolare semiliberamente da qualche settimana. E, ovviamente, non mi son fatto sfuggire loccasione.

di Joyello

Il disco è pieno zeppo degli ingredienti noti a chi segue la formazione di Sacramento: dance, punk, funky, house, elettronica e quel tanto di rock che basta per rendere i concerti degli happening travolgenti.

La maxiband (sono in otto!) ha firmato un nuovo contratto discografico con la prolifica Warp Records che non mancherà di proseguire la tradizione iniziata con la precedente Touch & Go, distribuendo il disco anche nel formato in vinile, per la gioia dei disc-jockey.

Le dieci tracce sono dei formidabili esempi di scuola Dance-Punk americana: groove accattivanti, interventi noise e qualche chitarra distorta su telai ritmici in quattro quarti che non deluderanno chi avrà voglia di ballare.

Sin dalle prime battute della title track, Myth Takes risulta molto più fresco sebbene in linea, con il precedente Louden Up Now. Anche "All My Heroes Are Weirdos", il pezzo successivo, rimbomba di elettricità,  rinchiuso in tre minuti funkesplosivi talmente carichi da lasciare senza fiato.  Il pezzo più lungo dellalbum, "Bend Over Beethoven" dura otto minuti e si svuluppa attorno a suoni di chitarra (campionata?) e turbinii ritmici che ricreano uno dei loro classici groove al sapor di RocknRoll. 

"Heart of Hearts" ricorda I Chemical Brothers: Lampi elettronici  che saltellano su un tostissimo riff di batteria mentre una parte vocale scandisce il testo prima di insinuarsi tra un coro di voci femminili per poi lasciare il posto a un noise elettronico di sapore industriale. Non mancano neppure ottime parentesi in tonalità minore e "Yadnus", che ricorda un po Prince, ne è uno degli esempi più efficaci.  Lintero disco è puro intrattenimento ma senza peccati adolescenziali. !!! stanno crescendo e il loro modo di esprimersi è maturato con loro. Il gusto provocatorio del passato lascia spazio alla consapevolezza del suono e restituisce un lavoro preciso e potente che comunque non mancherà di farci sculettare come di consueto.

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017