Excite

2Pac, arrestato Suge Knight. Ma era un fake

Un video, anche se solo per una nottata, ha messo in ansia i tanti fan del compianto rapper Tupac Shakur. Che speravano di avere finalmente qualche elemento in più per fare chiarezza sull'assassinio del loro beniamino, risalente ormai a 14 anni fa. La clip, che s'è rapidamente diffusa su Twitter e Youtube, comunicava infatti la notizia dell'arresto di Marion Suge Knight, ex Re Mida del rap made in Usa e fondatore della storica etichetta di 2Pac, la Death Row Records, per la morte del rapper newyorkese.

Guarda il video fake sull'arresto di Marion Suge Knight

Come noto, Tupac fu colpito a Las Vegas, Nevada, il 7 settembre 1996 dopo aver assistito a un incontro di boxe: cinque colpi di pistola furono esplosi da un'auto in corsa vero il veicolo occupato dal musicista. Uno di questi raggiunse un polmone catapultando il ragazzo in sei giorni d'agonia all'ospedale dell'università del Nevada. Fino al 13 settembre, quando si spense a soli 25 anni.

Il fatto di sangue fu inquadrato nell'incancrenita tensione fra i clan gangsta rap delle East e West Coast in perenne contrasto, anche sanguinario, fra di loro in un intreccio di vicende e sgarbi da far impazzire il più paziente dei biografi. Nel caso di Tupac, la faida aveva già avuto un pesante precedente nel 1994, quando era miracolosamente sopravvissuto a un altro agguato a suon di piombo e relativa rapina. Fu anche l'inizio dell'inimicizia con Notorius B.I.G. e la sua cricca della label avversaria Bad Boy Records, pubblicamente accusati da Tupac di volerne la morte.

Sull'assassinio, invece, non c'è mai stata vera luce: le polizie di Compton e Las Vegas non hanno infatti mai risolto il caso, asserendo che Shakur sia stato ucciso dai Crips (una delle più celebri gang della zona di Los Angeles) di Southside. Il video diffuso nelle scorse ore, rivelatosi poi un fake, cioè un falso, montava insieme due servizi giornalistici accoppiando le immagini di un arresto di Suge Knight – l'ex produttore ne colleziona a decine da anni per ogni genere di reato – a un documentario sul rapper. La clip ha comunque facilmente fatto brecciapoiché in molti ritengono da sampre l'ex manager coinvolto sia nell'eliminazione del pupillo 2Pac che in quella, avvenuta sei mesi più tardi, di Notorius B.I.G.: le indagini provarono infatti dei collegamenti consolidati fra l'etichetta Death Rowe alcuni clan criminali della East Coast.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017