Excite

Addio a Max Roach, grande del jazz

Grave lutto nel mondo del jazz. All'età di 83 anni è morto nella sua casa di Brooklyn il batterista Max Roach, uno degli ultimi miti viventi del genere.
Roach suonò con tutte le leggende del jazz diventando leggenda lui stesso: Charlie Parker, Duke Ellington, Coleman Hawkins, Dizzy Gillespie, Miles Davis, Theolonius Monk sono solo alcuni dei roboanti nomi che hanno avuto onere e onore di incrociare i propri strumenti con le percussioni di Roach.

Il talento e la capacità di innovare l'uso dello strumento hanno fatto di Max Roach uno dei musicisti che più ha contribuito all'evoluzione della batteria, facendo emergere a ruolo di protagonista ritmico ma anche e soprattutto melodico uno strumento tradizionalmente concepito per l'accompagnamento.
Roach ha vissuto da protagonista assoluto le stagioni del bebop e del cool jazz andando sempre oltre i traguardi raggiunti, cercando nuovi stimoli e nuove soluzioni musicali, come cercò di fare anche quando negli anni 70 fondò l'ensemble di percussionisti jazz "M' Boom Re Percussion".

Quelli che seguono sono quattro video del grande batterista, in assolo, in quartetto, con Abby Lincolm e intento a commentare da par suo le parole di Martin Luther King.

Max Roach-The Third Eye


Max Roach Quartet


Max Roach Clip - drum solo over Marthin L.King speech


Max Roach con Abby Lincoln

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017