Excite

Addio a Nicola Arigliano, una vita fra jazz e tv

Addio a Nicola Arigliano. Il cantante e jazzista è morto questa notte intorno alle 24. L'artista, 87 anni, abitava da quattro anni a Calimera, in provincia di Lecce, nell'istituto Gino Cucurachi, una casa di riposo per anziani. Era originario di Squinzano, sempre in provincia di Lecce, dove era nato il 6 dicembre 1923.

Guarda alcune foto di Nicola Arigliano

Video: Nicola Arigliano - 'I sing ammore'

Parte da Radio Bari e, dopo essere emigrato dal Salento, vive una lunga gavetta nei locali del Nord Italia durante la quale viene pescato da un produttore televisivo che lo lancia nei varietà dell'epoca. Inizia anche a incidere intorno alla metà degli anni Cinquanta, e il primo siccesso arriva con Simpatica di Garinei, Giovannini e Kramer. Da quel momento parte una carriera inarrestabile e prevalentemente concentrata fra anni Cinquanta e Sessanta: nel 1958 Canzonissima e poi Sentimentale, con Mina. Negli anni successivi arrivano i più grandi successi: Un giorno ti dirò, Amorevole, I sing ammore, My wonderful bambina, I love you forestiera. E ancora, nel 1963 Il cantatutto con Claudio Villa, l'anno dopo a Sanremo e poi la stagione pubblicitaria, quando la musica, travolta dalle rivoluzioni degli anni Settanta, non sembra dargli più molto spazio.

Riappare in tv nel 1977 a Non stop e nei vent'anni successivi pubblica dischi e raccolte, incassando nel 1996 il premio Tenco e, cinque anni fa, il premio della critica a Sanremo per Colpevole, rientro in grande stile.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017