Excite

Addio a Virgilio Savona, anima del Quartetto Cetra

È morto ieri sera a Milano a 89 anni Virgilio Savona, uno dei componenti nonché fondatore del celebre Quartetto Cetra.

Era nato il 1 gennaio 1920 a Palermo, fu musicista e si avviò alla carriera artistica molto presto: nel 1926, ad appena sei anni, iniziò a studiare musica. Due anni dopo entrò a far parte di un coro e a dieci anni esordì alla radio – che all'epoca era l'unico canale di talent scouting – suonando un brano al pianoforte nel programma Il Giornalino del Fanciullo.

Nel 1940, in occasione di uno spettacolo organizzato da Agenore Incrocci al Teatro Valle di Roma conobbe i componenti del Quartetto Egie. Prima fu loro maestro di musica, poi, qualche tempo dopo, entrò nel gruppo in sostituzione di Iacopo Jacomelli e da quel momento la formazione prese il nome di Quartetto Ritmo, cambiato poi un anno dopo in Quartetto Cetra.

Il Cetra divenne un marchio storico dello spettacolo nostrano. Il gruppo godette di una enorme popolarità soprattutto negli anni '50 e '60 anche grazie alle partecipazioni televisive, tanto che ancora oggi gli italiano ricordano benissimo notissime canzoni come Che Centrattacco, Nella vecchia fattoria, Vecchia America, Un bacio a mezzanotte. Sono solo alcuni titoli: in oltre quarant'anni di attività – la carriera artistica si concluse ufficialmente il primo luglio 1988 a Bologna, con l'ultimo concerto in pubblico – il gruppo vocale compose oltre 1.000 canzoni.

L'artista si è spento all'ospedale San Giuseppe di Milano dove era stato ricoverato, malato di Parkinson, per complicazioni dovute anche all'età.

Quartetto Cetra – Che Centrattacco

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017