Excite

Anna Tatangelo, la scheda

Anna Tatangelo (Sora, 9 gennaio 1987) è una cantante italiana. Vince il Festival di Sanremo nel 2002, a soli 15 anni, nella categoria Giovani con Doppiamente fragile scritta da Marco Del Freo e David Marchetti. Data la giovanissima età, la casa discografica preferisce non pubblicare subito un album.

Sempre nel 2002 duetta con Gigi D'Alessio con Un nuovo bacio e comincia a collaborare con Video Italia, il canale satellitare che fa parte del gruppo di Radio Italia solomusicaitaliana, presentando la trasmissione Playlist Italia in cui lei annuncia dei videoclip musicali. Torna a Sanremo nel 2003 con Volere volare in coppia con Federico Stragà, canzone che però non va al di là del diciassettesimo posto.

Nel 2004 duetta ancora con Gigi D'Alessio nel brano Il mondo è mio, colonna sonora del film di animazione Aladdin. Nel 2005 torna a Sanremo con Ragazza di periferia scritta da D'Alessio con Vincenzo D'Agostino e Adriano Pennino.

Nel dicembre 2006, in un'intervista al settimanale "Chi", la moglie di D'Alessio ha rivelato l'esistenza di una relazione del marito con la stessa. D'Alessio ha poi confermato la relazione, iniziata un anno prima durante la tappa australiana del suo tour mondiale, in cui era ospite fissa.

Il mese di settembre 2007 segna il ritorno musicale dell'artista. Presenta a Miss Italia il suo nuovo singolo Averti qui, contenuto nell'album Mai dire mai uscito il 2 novembre. Dal 23 novembre viene trasmesso in radio il singolo Lo so che finirà che è accompagnato da un videoclip girato a San Francisco durante le pause del suo recente tour con il compagno Gigi D'Alessio negli Stati Uniti.

Il 2008 si apre con l'annuncio della partecipazione al Festival di Sanremo dove si presenterà con il brano Il mio amico ispirato al suo amico gay di nome Claudio; subito dopo Sanremo è previsto un tour teatrale.

altre foto nella Gallery


Il mio amico

Il mio amico che non dorme mai di notte
Resta sveglio fino a quando da mattina
Con il viso stanco e ancora di po’
Di trucco lascia
I sogni chiusi dentro ad un cuscino
Il mio amico ha molta luce dentro gli occhi
Per guardare chi non c’è
Fa di tutto per assomigliarmi tanto vuole amare come me
Ma poi si chiude dentro di sé
Il mio amico s’incammina per la strada
Fa un accenno e ti saluta col sorriso
Nel suo sguardo attento e un poco malizioso
Per avvicinarsi trova mille scuse
Il mio amico avvolto dentro l’amarezza
Mi fa tanta tenerezza
Anche quando nasce l’alba più sicura
Poi di notte gli regala la paura
Dimmi che male c’è
Se ami un altro come te
L’amore non ha sesso
Il brivido è lo stesso
O forse un po’ di più
Dimmi che male c’è
Se ami un altro come te
Se il cuore batte forte
Dà la vita a quella morte che vive dentro te…
Il mio amico cerca un nuovo fidanzato
Perché l’altro già da un pezzo l’ha tradito
Dorme spesso accanto a me dentro al mio letto
E si lascia accarezzare come un gatto
Il mio amico mi confida le sue cose
Anche quelle che non sa
Poi mi guarda mentre spegne il suo sorriso
Spera sempre in quell’amore che non ha
Dimmi che male c’è
Se ami un altro come te
L’amore non ha sesso
Il brivido è lo stesso
O forse un po’ di più
Nel cammino dell’amore
Scende sempre quel dolore dentro te
C’è chi ti guarda con disprezzo
Perché ha il cuore di un pupazzo dentro
Se a chi dice che non sei normale
Tu non piangere su quello che non sei
Lui non sa che pure tu sei
Uguale a noi e che siamo figli dello stesso Dio
Dimmi che male c’è
Se ami un uomo come te
Se il cuore batte forte
Dà vita a quella morte che vive dentro te…

Curiosità
Porta sempre con sè il santino di Padre Pio


Video
Ragazza di periferia

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017