Excite

Assolto l'automobilista che investì Alex Baroni

Renato Zingaretti, l'automobilista settantaquattrenne che nel pomeriggio del 19 marzo del 2002 investì Alex Baroni è stato assolto dall'accusa di omicidio colposo. Baroni, che viaggiava a cavallo della sua moto, venne coinvolto nell'incidente nei pressi di piazzale Clodio, a Roma. Rimase in coma per tre settimane prima di morire il 13 aprile 2002. In base alle diverse consulenze tecnico-peritali che erano state eseguite, il cantante viaggiava ad una velocità elevata.

"Il giudice monocratico Ludovica Cirolli, - come riporta l'agenzia APC - ha accolto le richieste della difesa di Renato Zingaretti, 74 anni, rappresentata dall'avvocato Pasquale Paolitto e dello stesso pm Giuseppe Cascini, che aveva chiesto l'assoluzione". La famiglia di Alex Baroni, che è stata risarcita per oltre 300mila euro dall'assicurazione dell'automobilista per poi ritirare la costituzione di parte civile, ha deciso di pubblicare l'album "Collection" a scopo benefico. "Questa è - spiegano Giovanni, Marina e Guido Baroni - la volontà di dare un seguito al lavoro di Alex. I 3 inediti - Sei la sola che vorrei (cover di Stevie Wonder), La vita è un dado e Vorrei - avrebbero fatto parte dell'album al quale Alex si stava dedicando all'inizio del 2002".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017