Excite

Battiato: "Potenti arroganti, cittadini servi"

Ci si aspetta un Franco Battiato carichissimo stasera al Chiambretti Night. Soprattutto sul sempre scottante tema musica e politica: "La musica non si dovrebbe occupare di politica. Da cittadino però talvolta bisogna criticare chi ci governa. Io non sono politicamente impegnato - spiega punzecchiato dal pestifero Pierino - lo sono umanamente. La vicenda Marrazzo? È l’arroganza che ti fa dimenticare che lavori per la gente che paga le tasse. Noi siamo considerati dei servi".

Più riservato su Sanremo ("no comment") e sulle novità del regolamento dell'edizione 2010, non nasconde le sue critiche a programmi come X Factor: "Non ci andrei mai. È una trasmissione che ho visto 5 minuti perché me lo ha chiesto il mio amico Morgan. Bisogna avere quell’amore per la competizione che non ho".

Come noto, Battiato ha da poco pubblicato il suo cd Inneres Auge, una sorta di raccolta che affianca quattro brani inediti a reperti del passato completamente ricantati, riarrangiati e risuonati. Anche in questo lavoro, torna sui temi cardine dell'esistenza: "Sto cercando di non averne paura – dice della mortecredo nella sopravvivenza e nella reincarnazione. Come dicono i grandi maestri tibetani, la nascita nel corpo umano è un grande regalo". Mentre sul sesso e l'astinenza ("mi divido tra il sesso e la castità, ma il primo purtroppo ha sempre la meglio"), la meditazione ("la pratico due volte al giorno in veranda"). Per poi rivelare, a proposito dei suoi esordi con Giorgio Gaber: "Ho convinto io Ombretta Colli a cantare".

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017