Excite

Beyoncé & Co censurati in Cina

  • vanityfair

Non fai in tempo a portare a casa un premio (quello per la migliore coreografia agli ultimi Mtv Video Music Awards) e a rivelare la tua gravidanza che t'arriva subito una doccia fredda: Beyoncé non è benvoluta in Cina.

Il suo pezzo, Run the world, primo singolo estratto dall'album 4, è stato infatti messo al bando nella Repubblica popolare. Rte, l'emittente radiotelevisiva irlandese, ha infatti riferito che il brano fa parte di una sorta di lista di proscrizione lunga cento canzoni diffusa dal ministero della Cultura cinese. Questi pezzi non possono essere trasmessi nelle radio e tantomeno il loro videoclip può girare per le emittenti locali.

Nella black list figurerebbero anche altri pezzi famosissimi come E.T. di Katy Perry e Lady Gaga, che fa il pieno con sei pezzi negati: The edge of glory, Hair, Marry the night, Americano, Bloody Mary e Judas. Non c'è Born this way, ma solo perché era già stata censurata in precedenza.

Per la serie non è mai troppo tardi, infine, i solerti burocrati del ministero della Cultura hanno recuperato con dodici anni di ritardo I want it that way dei Backstreet Boys, canzone del 1999. Per farla fuori, ovviamente.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019