Excite

Bmg-Sony, licenziamenti alle porte

Come previsto, si avvicinano anche in Italia le ore più calde della fusione tra Sony e BMG, una joint venture che porterà un considerevole taglio di personale, soprattutto nella sede romana della Bmg stessa dove il passaggio provocherà il licenziamento di 43 dipendenti su 62, il 70% del totale.

La casa discografica del gruppo Bertelsmann dovrà essere operativa a decorrere dal 1 giugno 2005. Per quella data entrambe le aziende saranno controllate interamente da una srl con sede a Vianen, in Olanda, la Barracuda HoldCo I B.V.
La rappresentanza sindacale unitaria della BMG, nelle persone di Pietro Caliandro, Giuseppe Macchioni e Riccardo Podeschi, ha organizzato un'assemblea generale alla quale hanno partecipato tutti i dipendenti.
E' in questa sede che il provvedimento è stato considerato piu' che la conseguenza di una riorganizzazione a seguito di una fusione paritaria tra le due case discografiche, lo smantellamento di una delle due società.
L'assemblea ha deliberato quanto segue: uno stato di agitazione permanente con la conseguente sospensione di qualsiasi attività straordinaria e l'impegno dei dipendenti a sostenere, con le più opportune e incisive azioni di lotta, la difesa dei posti di lavoro e la permanenza a Roma, in maniera significativa, dell'attività discografica.
La rappresentanza sindacale ha inoltre inviato un comunicato stampa informativo a tutti gli artisti BMG, al fine di coinvolgerli e di renderli partecipi dell'intera vicenda.

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017