Excite

Bonde Do Role - Bonde Do Role With Lasers

Etichetta: Domino - Voto: 4
Brano migliore: nd

Sulla scia del planetario clamoroso successo ottenuto dalle C.S.S. ecco arrivare i Bonde Do Role, inusuale terzetto formato da due Mc (Marina Vello e Pedro D’Eyrot) ed un dj (Rodrigo Gorky) che con la band di Let’s Make A Love... condivide origine geografica (ovviamente il Brasile) ed attitudine musicale (tra il rock maldestro e la dance).

Lanciato da Diplo, che ne ha prodotto l’EP d’esordio ed ha contribuito assieme a Egg Foo Young, Dj Chernobyl e Radio Clit alla genesi di questo Bonde Do Role With Lasers, il terzetto di Rio De Janeiro macina, in poco più di trenta minuti, una discreta quantità d’influenze che vanno dall’hip hop al baile funk, dall’heavy metal all’electro baloccandosi con tastiere giocattolo, batterie elettroniche di seconda/terza mano, chitarrine proto hawaiane e quant’altro la loro balordaggine cheap and chic ispira e comanda. Detto così, parrebbe di trovarsi di fronte all’ennesimo, irresistibile gingillo pop della stagione, invece, la cruda realtà parla di un disco sì strano e stranito, ma dagli esiti irreversibilmente incerti.

Se è vero, infatti, che l’iniziale Danca Do Zumbi risulta come un esaltante intreccio tra Alice Cooper, Tom Tom Club e Salt ‘N’ Pepa e la successiva Solta O Frango dello spot Nokia uno degli stupid rap più contagiosi del periodo, il resto dell’album si (di)sperde progressivamente tra nenie irritanti (Geremia), vomiti Afrika Bambaata fuori tempo massimo (Quero Te Amar, Marina Do Bairro) ed improbabili, ma proprio improbabili, metal-rap (Bondallica) che rendono difficoltoso concedersi persino un secondo ascolto dell’album. Ora, senza dubbio dietro tutto questo bail(am)e ci sarà sicuramente un’ironia ed una “follia” che il vostro cronista non è in grado di cogliere, visto che la Domino si è scapicollata per metterli sotto contratto e le date estive del loro tour europeo sono pressoché sold out, ma se il pop di oggi, per “vendere” ed essere appetibile, deve per forza passare da stronzate come queste allora è meglio che chiudiamo tutti bottega.

di Stefano Renzi per SentireAscoltare

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017