Bruce Springsteen a Milano: video, rock e passione

  • Infophoto

Era lapalissiano che Bruce Springsteen avrebbe regalato uno spettacolo favoloso a Milano, l’ennesimo spettacolo che conferma ancora una volta la sua straordinaria bravura di rocker, artista e uomo. Il Boss è uno che ha fatto e continua a fare la storia della musica internazionale.

Ha voluto strafare e non ha commesso errori. Ben quattro ore di spettacolo che ha tenuto i suoi fan, e i presenti al concerto, con il fiato sospeso, il cuore a mille, e il sorriso stampato ed irremovibile per tutte le quattro ore e, se vogliamo, ancora per oggi e almeno per una settimana. Sì, perché il Boss ha fatto il pieno di rock davanti ad una folla che si aggirava intorno alle 70mila persone, una folla che ha cantato insieme alla sua voce stupefacente e graffiante i vecchi successi, come Born in the U.S.A., e i suoi nuovi a squarciagola.

Non c’è nulla da dire ad un uomo di 62 anni che ha tenuto il palco dalla prima “We take care of our own” all’ ultima canzone, “Twist and shout”, sempre con la stessa carica, senza abbassare il tono mai, ma tenendolo alto con i suoi incitamenti italiani: “siete pronti?”. Sempre così, per ben 33 canzoni che hanno fatto ballare e cantare gente di ogni età, estrazione sociale e riportato il sorriso a chi l’aveva dimenticato.

Varcata la soglia dello Stadio San Siro, l’atmosfera era divina e già si sognava davanti al ciclopico palco allestito per una star di certe dimensioni.

Tra le canzoni cantante: "Death to my hometown”, “My city of ruins”, “Spirit in the night”, “Jack of all trades”, “Candy’s room”, “Darkness on the edge of town”, “Johnny 99″, “Out on the street” o ancora, “Rocky ground”, “Born in the U.S.A.”, “Born to run”.

Ecco il video del concerto di Bruce Springsteen a Milano:

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Attualità - Excite Network Copyright ©1995 - 2014