Excite

Califano-story, le reazioni di pensionati e Codacons

Tante le reazioni a quella che è stata una delle notizie di ieri: la richiesta di aiuto di Franco Califano allo stato. Il cantautore, tre vertebre rotte dopo una brutta caduta dello scorso luglio, ha infatti invocato l'applicazione per sé stesso della legge Bacchelli, il provvedimento che riserva un vitalizio a personalità del mondo della cultura, arte e spettacolo in difficoltà.

Tante le reazioni nel corso della giornata. Il primo a intervenire è stato l'avvocato del Califfo, Marco Mastracci: 'Hanno esagerato, il maestro sta poco bene e ora è in via di miglioramento. Più che altro si trova in difficoltà emotiva ma sicuramente non ci sono le condizioni per chiedere la legge Bacchelli'. Forse colpito dall'ondata di reazioni che si sono susseguite anche sul web, l'avvocato ha aggiunto: 'Che sia caduto e si sia rotto tre vertebre è vero così come che non può lavorare, però ha tanti amici che gli stanno dando una mano, soprattutto per far fronte alle sue necessità primarie. Il maestro è stato frainteso, sicuramente non si trova per strada'.

Più tardi, a muoversi, sono stati quelli del Partito dei pensionati. Il deus ex machina del minigruppo, Carlo Fatuzzo, ha infatti dichiarato: 'La contrarietà del Partito Pensionati è legata alla considerazione che un uomo come Califano, con una vita artistica intensa e con i relativi guadagni, se è in affitto e se si considera povero, c'è da ritenere che questa situazione da lui evidenziata, molto probabilmente, è la conseguenza delle sue, pur rispettabili, scelte di vita. Certamente Califano non è più povero di milioni di pensionati che hanno lavorato in condizioni pesantissime e dure per decenni e che oggi hanno pensioni molto al di sotto dei mille euro al mese'.

A chiudere il tiro al Califfo i cugini del Codacons: 'Il cantante afferma di percepire ogni semestre dalla Siae circa 10mila euro di diritti d'autore - scrive Carlo Rienzi sul suo blog - ossia 20mila euro su base annua. Se pensiamo che in Italia il 71,9% delle pensioni non supera i 1.000 euro mensili (12.000 euro annui) e che quasi un pensionato su due (45,9%) vive addirittura con meno di 500 euro al mese (meno di 6.000 euro annui), direi che il signor Califano non se la passa certo male'.

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017