Excite

Capodanno con D'Alessio, il sindaco si difende

Nuovo capitolo della telenovela Gigi D'Alessio (leggi la news). A difendere la scelta del concerto di Capodanno ad Avellino è proprio il sindaco della città campana Pino Galasso, che spiega come i tanto contestati 130mila euro non si sarebbero potuti spendere in altro modo: "I soldi per il concerto di D'Alessio – afferma il sindaco Pd – non potevano essere spesi diversamente. Il finanziamento della Regione era vincolato a un grande evento di spettacolo, se avessimo rinunciato ne avrebbero beneficiato le altre città della Campania".

Insomma: se non li avesse buttati dalla finestra (o comunque spesi in qualche modo) Avellino, sarebbero finiti a qualche altro comune della regione. Impossibile, a quanto pare, impegnarli per assistere le famiglie in difficoltà o per altri scopi sociali, come chiedevano in molti, dall'opposizione di centrodestra ad alcuni elementi della giunta di sinistra fino al vescovo Francesco Marino, che ha definito l'evento "uno spreco": "In un momento così duro di crisi – ha detto il monsignore – probabilmente avrebbe dovuto prevalere maggior senso della solidarietà e della sobrietà". Anche se forse, a Capodanno, uno strappo alla regola, proprio per regalare un momento di leggerezza ai cittadini, potrebbe essere giustificato.

Gigi D'Alessio, dal canto suo, si difende e sottolinea come i concerti costino cari, altro che spreco.

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017