Excite

Censura al Primo Maggio?

A sentire gli organi di stampa nazionali e locali, pare che il concerto in differita del Primo Maggio sia stato un modello di candida e genuina onestà televisiva, in cui l'ombra della censura si sia dissolta senza lasciare strascichi polemici. Tutto è andato in onda, nessuno ha urlato al complotto, nessun contraddittorio se non per la storica scelta di mandare tutta la manifestazione in differita di un'ora e mezza.
Le cose, invece, non sembrano essere andate poi così lisce come molti hanno voluto far credere.

Riccardo Sinigallia, artista romano legato in passato al gruppo dei Tiromancino, si è ritrovato involontario protagonista di un'esibizione fantasma.
Il suo live, infatti, non è andato in onda in tv, è stato completamente ignorato e la domanda che è subito sorta è stata: dimenticanza o censura?
Fra i due pezzi eseguiti in occasione del concerto c'era anche "La revisione della memoria" canzone di estrema attualità che comincia con queste parole: "Liberateli per carità i nostri feriti".
Probabilmente la scelta di oscurare il cantante capitolino è stata dettata dalla necessità Rai di palinsesto televisivo. Grave sarebbe scoprire che i motivi sono stati altri...

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017