Excite

Corale per l'Abruzzo, mezzo flop all'Olimpico

Festa a metà, sabato sera, allo stadio Olimpico di Roma, per la Corale per l'Abruzzo. Mettiamo in chiaro una cosa: quasi 500mila euro non sono certo poca cosa, e finiranno dritti dritti (speriamo senza impastoiarsi nelle solite lungaggini burocratiche) alla facoltà di scienze dell'Università dell'Aquila. Magnifico. Il punto è che, con un cast superstellare come quello messo insieme sul palco dell'impianto capitolino (leggi la news), si sperava senz'altro in un risultato più netto e sostanzioso. Ventiduemila (O venticinquemila, ancora non c'è chiarezza) spettatori, tribuna Monte Mario più parterre, sono numeri da Roma-Bari infrasettimanale, o poco più.

Ad ammetterlo, gli stessi protagonisti, fra cui Renato Zero, a notte inoltrata: "Speravamo che stasera lo stadio brulicasse di romani, ma non è così. Però non ci sconfortiamo: ditelo ai vostri amici a quale miracolo avete assistito. Su questo palco è passata amicizia, umanità, rispetto, con gli artisti che hanno ricominciato a dialogare fra loro". Renato, eravate lì per raccogliere quattrini o, come si dice proprio a Roma, per cantarvela e suonarvela fra voi?

Che poi non si spiega – almeno per noi, poveri profani costretti ad assistere anche e soprattutto nella beneficenza a beghe e invidie di quart'ordine – il perché del doppio evento: i maschietti a Roma (eccezion fatta per Fiorella Mannoia, povera donna s'è sparata entrambi i concertoni) e le femminucce a Milano. Un derby incomprensibile con l'evento in rosa di questa sera a San Siro. Una guerra strisciante tra manager e organizzatori di concerti, come ha giustamente sottolineato Il Tempo? Basti pensare alle radio: hanno aderito in massa all'evento milanese calando il silenzio sullo show romano, penalizzato anche dalla mancata concessione della diretta tv Rai per la sola zona colpita dal terremoto.

"Abbiamo fatto quanto era nelle nostre possibilità, la gente non ha risposto come speravamo e del resto lo stadio era disponibile solo di sabato", chiudono gli organizzatori. All'ateneo abruzzese andrà dunque un bel gruzzolo, molto meno dei due milioni di euro cui si puntava. C'è sempre il tempo di versare qualcosa su conto corrente.

Un servizio sulla Corale per l'Abruzzo

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017