Excite

Cremonini: 'I miei insuccessi in musica'

  • Foto:
  • Teamworld.it

'Attore? Non esageriamo, ho lavorato per Pupi Avati, sono stato onorato di recitare in suo film, ma mi sento prima di tutto un cantante. La musica è la mia vita, lo è sempre stata. Diciamo che è mia moglie. Il cinema, tuttalpiù, un'amante occasionale'.

Niente paura: chi avesse pensato che Cesare Cremonini potesse invaghirsi troppo del grande schermo e lasciar perdere il pentagramma e il piano si sbagliava di grosso. L'ex Lunapop, ormai trentenne, ne ha dato un'ottima prova alla prima serata dell'Heineken Jammin Festival, andata in scena lo scorso 8 giugno. Chiamato a scaldare il palco niente meno che per i Coldplay, ha fatto in pieno il suo dovere: giubbetto nero e maglietta e jeans in tinta, è stato 'il più rock di tutti', come l'ha definito il Corriere della sera. E il pubblico l'ha seguito. Come farà nel corso del tour estivo.

'Significativo che l'Heineken cada a 12 anni esatti da 50 Special, la canzone con cui tutto ebbe inizio', ha detto a Libero. 'Cerco di essere soltanto me stesso. E di tenere soltanto per me la vita privata. La mia è una musica che amo definire Pop and’ Roll. Aperta a generi con i quali sono nato e cresciuto, come il pop anni '60 o il rock alternativo inglese'.

Ma il cinema sembra di recente essere entrato prepotentemente nella sua vita: 'Infatti sto facendo un bel cocktail. Mi è stato chiesto di comporre la colonna sonora di un film che verrà girato ad agosto. Il regista è Gabriellini, gli attori sono Elio Germano, Valerio Mastandrea e Gianni Morandi. Le pare poco?'.

Mentre sul nuovo disco – su cui lavorerà da settembre – e sulle sue canzoni, conclude: 'Spero sempre di riuscire a infilare nelle mie note tutte le più recenti esperienze di vita. Cerco di raccontare nelle canzoni i miei limiti, le sofferenze e le cose che sono rimaste irrisolte. In pratica, far diventare buona musica i miei insuccessi personali'.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019