Excite

Dani Siciliano - Slappers

Etichetta !K7   -  Voto 8
Brano migliore: Repeats

Il nuovo disco della signora Herbert (col marito che sta in regia e al quale è dedicata lultima traccia Be my producer) arriva a poche settimane di distanza da Scale e, come per quellalbum, ad un primo ascolto sembra più leggero dei precedenti lavori della coppia.

Il mix di campionature, le più strampalate e genialoidi, consuetudine degli album di famiglia, in questo nuovo Slappers si fa più fruibile e fluido o forse, semplicemente, ci appare tale essendo ormai abituati alle spigolose sonorità delle loro produzioni.

Il successo del precedente Likes  (!K7, 2004) ha fatto di Dani Siciliano unartista completa, unautrice che non si accontenta di essere semplicemente la voce nei dischi del compagno ma che desidera dire la sua in maniera completa e precisa.

Sicché anche questo disco è un lavoro che si sviluppa su trame elettroniche di eccellente matematica che hanno la capacità di inerpicarsi nel cuore e nellanima per lintensa interpretazione che ne da la sua autrice.

Quello che vi aspetta è un succulento piatto di laptop music, intrisa di glitch e melodia che Siciliano riesce a trasportare in musica come pochi altri. Il merito è sicuramente anche della sua vocalità, tra le più interessanti e personali dellattuale panorama elettronico, che riesce ad essere soul, jazz e rock nello stesso momento.

Accenni alla musica da ballo di ogni epoca (dalla Disco alla House, dalla Techno allAcid Jazz) si alternano alle personali letture della musica elettronica più colta, con riferimenti tanto a Ligeti e Cage, quanto a Eno e Sakamoto.

Ciò che ne risulta è un concentrato miracoloso di puro pop dautore, fatto per lanima ed il cuore prima ancora che per le classifiche di vendita.

Lesplosione Blues di Why Can't I Get You High?" e gli interludi Soul di "Too Young" o le dolci sarabande di Repeats,  lasciano intravedere il rispettoso amore che Dani ha per la musica nera senza rinunciare al gusto di passarli per un filtro informatico privo di pregiudizi e che li restituisce come pezzi di musica totalmente privi di rimandi storici o nostalgici.

Lalbum si dipana tutto su queste tematiche, portando a casa un delicato sapore di avanguardia mista a canzone come nemmeno Laurie Anderson è più in grado di regalarci da molto tempo. Un album che lascia senza fiato per lardire di alcune soluzioni produttive e che fa battere il piedino a tempo in più di qualche occasione. Un intenso bordello sonoro inzuppato nel miele e nel sesso, nel sudore e nellanima che ci lascia a bocca aperta a scoprire, di momento in momento, quale deliziosa genialità si nasconda nella successiva misura armonica. Probabilmente una delle migliori produzioni degli ultimi anni che non mancherà di appassionare i fedelissimi senza lasciare indifferente anche un nutrito numero di nuovi adepti.

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017