Excite

De André: "Nel cassetto dei pezzi scritti con papà Fabrizio"

"Era doveroso lasciare una testimonianza su mio padre anche come musicista. Passare un anno sulle sue canzoni è stato terapeutico, per me. Venivo da un lungo periodo difficile, la morte di mamma, dei nonni, di papà stesso... Ed altre vicende non facili. Attraverso l'arte di Fabrizio mi sono ripreso: e penso che sarebbe stato felice di sapere che, in fondo, mi ha fatto da padre una volta di più, nell'anno che è appena terminato". Parola di Cristiano De André, che all'Avvenire ha confidato le emozioni del progetto De André canta De André, con cui ha ripreso sia live (la seconda parte del tour riprenderà il 6 febbraio da Torino) sia in cd e dvd le canzoni del padre Fabrizio in occasione del decennale della sua scomparsa.

"In estate – continua Cristiano – inizierò a lavorare finalmente a un nuovo disco mio, sì. Ma non smetto di pensare a papà: sia perché ho nel cassetto cose scritte insieme, sia perché vorrei continuarlo, questo De André canta De André, anche nel tempo". Perché "dal palco vedo quindicenni che le canzoni di Fabrizio le conoscono a memoria. Li vedo piangere. E allora mi viene in mente quando lui si lasciò andare con me. Disse: È una vita che lotto per dar voce a chi non ce l'ha e mi sembra che non cambi mai nulla, mi sento sconfitto. Beh, oggi vorrei fosse qui anche per dirgli di guardarli, questi ragazzini, che forse le cose stanno cambiando. No, non hai perso, papà".

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017