Excite

De Gregori canta Bob Dylan - Amore e furto, ad ottobre in un nuovo atteso album

  • Facebook

Francesco De Gregori celebra il suo alter-ego statunitense con un nuovo album che rappresenta una vera e propria chicca nel panorama musicale italiano. Uscirà infatti ad ottobre “De Gregori canta Bob Dylan - Amore e furto”, una raccolta di 11 canzoni in cui il cantautore traduce e interpreta dei brani tratti dalla discografia di Bob Dylan.

Guarda gli appuntamenti del Vivavoce Tour di Francesco De Gregori

Inciso in gran segreto tra un momento di pausa e l’altro durante il suo tour Vivavoce Tour, il cantautore romano ha confessato l’ambizioso progetto sulle pagine di Repubblica in cui si lascia andare a qualche anticipazione rivelando il suo amore incondizionato per il menestrello del rock.

"Amore e furto, proprio come il titolo di un suo album, Love and theft – dichiara Francesco De Gregori - denso di citazioni esplicite alle musiche che amava. Il mio amore per Dylan è sempre stato dichiarato. Confessai in tempi non sospetti che Buonanotte fiorellino fu ispirata da Winterlude. E qui ribadisco con fierezza non la mia sudditanza, ma la mia provenienza da Dylan".

L’album sarà dunque corredato di brani davvero insoliti, a partire da Not dark yet(Non è buio ancora) e Subterranean homesick blues (Acido seminterrato) che saranno sia un omaggio a Dylan, sia una sperimentazione sulle sue composizioni musicali da parte del cantautore italiano.

E l’amore per Bob Dylan ha origini ancestrali per De Gregori: “Quando ho incominciato a scrivere canzoni e il mio faro era De André, intorno ai venticinque anni. Scriveva testi straordinari: politici ma con una personale visione del mondo. Creatività e eversione musicale, talento e libertà artistica: non avrei potuto schivarlo".

(Guarda il video di "Non dirle che non è così" cover di Bob Dylan)

Sull’idea dell’album invece rivela: "Ho sempre fatto traduzioni di brani di Dylan attraverso gli anni. L'idea del disco però è recente, risale all'anno scorso. Ho scelto di non indugiare nel repertorio dei "dylaniati", quelli che detestano la sua produzione recente, che a me invece incuriosisce molto".

E le canzoni scelte spaziano non solo nel contesto emozionale, ma guardano soprattutto la cantabilità e l’adattamento italiano: "Non potevo prescindere dalla cantabilità del testo italiano. È un mondo misterioso quello della traduzione. Prenda Just like a woman: non puoi tradurlo. Letteralmente diventa Come una donna, suona uguale, eppure è ridicolo. L'importante è che il tutto, cantato, non diventi grottesco".

Un progetto davvero interessante quello di Francesco De Gregori che vedremo il prossimo 22 settembre all'Arena di Verona per i 40 anni dall’uscita dell’album “Rimmel” con ospiti d'eccezione tra cui Malika Ayane, Elisa, Fedez, Caparezza e il veterano Ambrogio Sparagna.

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017