Excite

Diana del Bufalo ad Excite: "Sarò nel backstage del Music Summer Festival 2013. Ad Amici devo tutto", intanto lancia il singolo "Beep Beep"

  • Facebook Ufficiale Diana Del Bufalo

di Antonella Dilorenzo

Il primo dubbio che viene in mente guardandola in televisione è “ci fa o ci è”? Diana Del Bufalo, ex concorrente di Amici 2010, ha preso il volo dopo l'esperienza al talent: programmi tv come conduttrice, una film con Massimo Boldi ed il suo primo disco che arriva dopo il lancio del singolo in inglese “Beep beep” candidato a diventare uno dei tormentoni dell'estate 2013. Diana ha solo 23 anni ed un'energia solare che riesce a trasmettere con grande naturalezza e talento. In attesa di vederla, a partire da questa sera, su Canale 5 nei backstage del Music Summer Festival 2013 con Andrea Dianetti, ecco cosa ci ha raccontato in questa intervista esclusiva.

Hai cominciato con Amici 2010. Di quell'esperienza cosa mi racconti, com'è andata?

Non avevo la minima idea di quello che stavo facendo. Ero appena stata a Londra per 6 mesi e praticamente mi sentivo un po' mediocre, artisticamente parlando, non avevo combinato nulla, poi a scuola andavo male, pensavo solo la musica, volevo fare la cantante. Però dopo esser tornata da Londra, una mia amica mi ha costretta a fare il provino, non ci volevo andare perchè ero in un momento in cui non mi sentivo di espormi, ero molto insicura della mia voce, non mi piaceva il mio aspetto. Ho fatto i provini e vedevo che andavo avanti. E pensavo “ma forse anche io ho un talento di qualche genere”. Sono entrata come aspirante, poi come titolare e lì avevo già conquistato il mio obiettivo, è stato un trionfo, non credevo in me, nelle mie capacità, adesso sono molto più sicura di me e so di valere per quanto riguarda la parte artistica perchè studio pianoforte e chitarra da tanti anni e adoro la musica, e so di non poterla abbandonare per nessuna ragione al mondo anche se un giorno dovessi trovarmi a a vendere camicie. Quando mi hanno eliminata da Amici, per me non è stata un'eliminazione, era tutt'altro. Mi sono talmente divertita che per me è stato solo un momento per andare avanti perchè le cose finiscono e poi te ne ricapitano altre. Quindi ho fatto “Mai dire Amici” con la Gialappa's Band, il film (Matrimonio a Parigi, ndr), ed è stato tutto così improvviso.

Guarda le foto più belle di Diana Del Bufalo

Hai dei rimpianti? Come avresti voluto che andasse?

Assolutamente no! Nessun rimpianto di nessun genere. Farei tutto da capo allo stesso modo.

Beep Beep è il tuo ultimo singolo uscito da pochissimo. Parlamene un po'.

È il mio primo pezzo inedito nel mio primo album. Il primissimo, in realtà, è stato ad Amici, è vero, ma mi è stato concesso. Se vogliamo essere pignoli “Beep beep” non è il mio primo singolo effettivo. Questo invece l'ho scritto io con Francesco Arpino e Phil Spalding che sono i miei produttori. E' il mio primo singolo e il mio primo album. Non potrei essere più contenta.

Come è nato il pezzo?

Per gioco. Ho preso la chitarra ed ho fatto questi tre accordi credo fossero do la re, con questo ritmo un po' rimbalzante, un po' funky, ho immediatamente detto a Francesco di registrarlo. Così abbiamo fatto. Ci abbiamo messo su un loop r 'n b dopodiché il lavoro l'hanno fatto Francesco e Phil Spalding, che è il bassista di Robbie Williams. Elton John, ha scritto per Ray Charles e ha messo mano lui, ha scritto il testo un po' giocoso, un po' sciocchino. “Beep beep” è il pezzo più sciocchino del disco, poi ci sono anche canzoni serie nel disco. Non mi reputo una cantante impegnata, voglio più che altro cantare la felicità, l'amore e le cose belle, non canto cose contro qualcuno, non è nel mio DNA. Questa canzone è nata per divertimento spero che si senta. L'abbiamo registrata una sola volta, la mia voce l'abbiamo tenuta com'era venuta.

Come mai un pezzo in inglese?

Amo la musica internazionale, inglese, sono nata nel paese sbagliato! Ho frequentato le elementari e le medie alla Britannia International School of Rome, da anni parlo inglese come se fossi madrelingua, però so che in Italia questo non va proprio tanto, ma questo non mi fa paura, già che c'è qualcun oche apprezza la mia musica è già tanto per me, non mi interessa di avere un obiettivo super. Nel disco ci sono anche canzoni in italiano, comunque.

Quando esce l'album, com'è composto?

Per il titolo non abbiamo ancora deciso. Esce in autunno e sono contenta perchè ho scritto io molte canzoni e questa cosa mi rende fiera perchè è da tanto che lo faccio e siccome non lo sa nessuno io lo ribadisco: scrivo musica non testo ed importante che un artista lo faccia. Questo progetto ha una qualità superiore a quello che si sente oggi. È da un anno che ci sto lavorando. I pezzi sono tutti scritti da me, Francesco Arpino, Phil Spalding, i testi sono di Antonello De Santis che ha scritto pezzi come “Laura non c'è” e Alessio Bonomo, paroliere e compositore. E' suonato da uno dei chitarristi più fighi del mondo, Phil Palmer che adesso sta suonando con Pino Daniele, ha lavorato con Robbie Williams, Back Street Boys e infatti il mio disco ha il cuore internazionale.

Perchè hai aspettato tre anni per pubblicare un pezzo, un album?

Sono uscita da Amici non tanto come cantante, ma come presentatrice, mi stavo buttando in quel mondo, ma siccome ho continuato a cantare facendo serate mi sono detta “ma perchè non posso fare tutto?”. Questa è una cosa molto americana, in America non lavori se non canti, balli, reciti, presenti. All'inizio ho più puntato al ruolo di presentatrice perchè pensavo quella fosse la mia strada, ma ho capito che non ci sono strade, io adoro tutto, posso fare tutto quanto, mi piace, non ho problemi. Ho deciso di fare la cantante un po' dopo Amici e al disco ci sto lavorando da più di un anno. Questo è il motivo del ritardo non avevo ben chiaro quello che volevo fare.

Come ci sei arrivata alla tv?

Per la primissima volta con Amici che è stato il trampolino di lancio. La tv ti dà una visibilità pazzesca: appena uscita non potevo camminare perchè mi fermavano in continuazione per foto e complimenti. Da lì è nato tutto da sè, io non ho agenti faccio tutto da me e le cose stanno accadendo, sarà destino. Ci sono entrata quasi per sbaglio, è stato tutto casuale. Poi quando piaci ti aiutano perchè sanno quanto vali. Ad Amici devo tutto.

Hai sperimentato anche la recitazione, tra gli altri anche in “Matrimonio a Parigi”. Chi ti ha chiamata, com'è stata l'esperienza del cinema?

Mi ha chiamata Massimo Boldi in persona, stavo per cadere dalla sedia! Lo seguo da sempre. Nella telefonata mi dice: “Diana ti va di fare un provino per il mio film?” e io “me lo chiedi? Certo!”. Mi ha dato appuntamento dove fanno i casting e ho fatto il provino con il direttore della fotografia e il regista, pensavo di aver fatto un disastro. Non mi aspettavo niente, ho fatto il provino nella maniera più naturale possibile, non sono attrice non ho mai preso lezioni. Ho subito familiarizzato con il regista che è appassionato di ufo, scienza, e anche io ne sono appassionata. Penso di essergli stata subito simpatica, penso sia stato questo il motivo (dell'ingaggio, ndr), per quanto mi possa piacere recitare non sono Sofia Loren o Angelina Jolie e sono contentissima di aver conosciuto loro. Tutti mi dicevano che questo mondo (dello spettacolo, ndr) fa schifo e non dovevo fidarmi di nessuno, ma questa cosa non è vera, in ogni campo ci sono le cose che fanno male alla tua immagine, ma se ne sei consapevole, non la fai. Non capisco tutte queste cavolate sul mondo dello spettacolo che fa schifo ed è un mondo difficle, non è difficile per niente. Ho adorato questa esperienza la rifarei di nuovo, sono stata un mese a Parigi, ho conosciuto Guglielmo Scilla che è un grandissimo del web e siamo diventati amici ed è meraviglioso, mi ha dato anche qualche dritta sulla recitazione.

Tra tv, musica e cinema a cosa non rinunceresti mai e perchè?

Non mi puoi fare questa domanda. A niente! Mi piace fare tutto, come faccio a dire no. Adoro tutto!

Sei più conduttrice, cantante, attrice?

Io nasco come cantante, ho studiato musica e canto da quando ero piccola e su per giù la cosa che so fare da tanto tempo è la cantante, però le altre cose sono venute dopo e credo mi riescono anche queste discretamente.

Cosa è per te la musica?

Quando sono triste ascolto musica , quando ho fame ascolto musica, quando ho sete ascolto musica, è stata anche una salvezza nei momenti difficile a livello familiare, ed è vero quando dicono che la musica ti salva, in qualche modo entri in un mondo tutto tuo. Poi cantare è anche una cosa a parye, il detto “Canta che ti passa” è vero, quando canto non penso a nulla, penso solo al suono che sto emettendo e mi piace. Cantare è liberarsi dalle emozioni.

Ti piace di più farla o cantarla?

É difficile scrivere musica, se già non ce l'hai e ti esce come fiume e devi imparare a scriverla, è molto difficile. Ti direi di più cantarla che farla, però quando hai l'ispirazione e vedi che ti riesce farla e molto bello. Forse darei un punto in più al cantarla che farla.

Quali cantanti ascolti?

Beyoncè è la mia cantante preferita e ascolto sempre lei. Ultimamente sono in fissa per Burred Lines di Robin Thicke, il ritmo che mi piace e mi rappresenta. Sto riandando negli anni '90 con Britney Spears e Mandy Moore che mi ricordano bei momenti, quegli anni mi mancano, musicalmente parlando.

Qual è il tormentone dell'estate 2013?

La mia canzone, naturalmente, Beep Beep.

Beh, è candidata!

Me l'hanno detto molte persone, quella canzone l'adoro. Comunque, adoro Get Lucky dei Daft Punk.

Tra 10 anni come ti vedi? In quale veste professionale?

Come mamma, vorrei tanto avere dei figli. M'immagino una mamma che fa tante cose, cantante, ricca, bella e felice, è il sogno di tutti.

Hai mai pensato di lavorare nel mondo della politica?

No, assolutamente no, non capisco niente e non ci sono portata, farei dei disastri e comincerei a sperperare soldi, a fare troppo del bene e rovinerei il paese, non so proprio come fare. So che per come è adesso, farei forse di meglio.

Rovineresti il paese? Non pensi che qualcuno già lo stia facendo?

Si! Farei anche peggio, i politici che ci sono oggi son incompetenti, egocentrici ed egoisti, non guardo il telegiornale perchè mi fa pensare in negativo e io devo pensare solo in positivo. La politica non mi riguarda, la detesto, io non voto.

Quanti ti hanno chiesto “ci fai” o "ci sei"?

Forse miliardi! Mi reputo una persona entusiasta della vita e una persona insicura e timida, anche e non sembra. Quando mi trovo in situazioni tipo in tv, radio, anche quando mi stanno facendo delle interviste però quando appaio in video, cambio! Mi sento in difficoltà, mi sudano le mani e forse per nascondere questa timidezza agisco in modo esagerato, fuori dalla righe per non far accorgere alle persone che sono a disagio. Che ci faccio o ci sono non ha differenza perchè è una parte di me, sono una io emozionata. Sono un'altra io, forse ci sono però ci devo fare perchè mi sento talmente emozionata che possono dire cavolate.

Hai progetti futuri a cui stai lavorando oltre al disco? Film, cose in programma?

No, nulla. Le cose a me vengono tutte all'ultimo minuto e mi piace che mi capitino così. Forse farò ancora qualcosa con Amici, con Fanta, delle interviste, non è una cosa certa. Per adesso sto mettendo le mie energie sul disco. Il 27 luglio a Latina presento “Il gospel incontra il talent”, la location è fantastica, c' anche un fantastico coro gospel. Sarà una serata meravigliosa. Mi vedrete, inoltre, nel backstage del Music Summer Festival con Andrea Dianetti.

Cosa non ti ho chiesto?

Se sono felice! Si, sono molto felice

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017