Excite

Dizzee Rascal - Maths and English

Etichetta: XL / Self - Voto: 6.8
Brano migliore:Da Feelin'

All'uscita del suo terzo album, il rapper inglese Dylan Mills, aka Dizzee Rascal ha già una certa dimestichezza con lo star system (tra Award e pubblicità della Nike) e uno stile molto vicino all'hip-hop mainstream, con un curriculum a livello (galera a quindici anni, vita dissoluta quanto basta); tuttavia, la sua musica ha una vena marcatamente indie, che lo pone a media distanza tra l'r'n'b, il gangsta rap, tutto signorine, pistole e vaffanculo e l'hip-hop più sperimentalista.

Maths And English (miglior album finora, in termini di classifiche per Mills, che ha raggiunto il settimo posto nel Regno Unito) mescola tutte le carte giocate finora dal ventitreenne originario dell' East End di Londra e il panorama è abbastanza variegato: drum'n'bass (Da Feelin'; Suk My Dick), omaggi alla old skool declamati fin dal titolo (Pussyole (Oldskool)), il metal sintetico del primo singolo Sirens, l'incedere grime e industrial, tutto tastierone sintetizzate e atmosfere cupe di Hardback (Industry) e il suo esatto contrario, l'irresistibile perlina ragga-pop con la voce dolciastra di Lily Allen.

E' negli arrangiamenti che Dizzee Rascal dimostra in maniera più evidente (pur strizzando l'occhio alle classifiche con melodie semplici e riconoscibili e una forma canzone ritornellata a dovere) di volersi tenere alla larga dall'hip-hop più convenzionale. L'utilizzo dei sample e l'attenzione per il tradizionale binomio bass'n'rhymes, rimangono il centro della composizione che, però, si arricchisce di tantissimi elementi esterni al genere. Ne deriva un sound dal carattere e dal beat tipicamente hip-hop, che a tratti ricorda Dalek, altre sembra esserne l'esatto contrario.


di Daniele Follero per SentireAscoltare

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017