Excite

Dolcenera presenta il nuovo album "Le stelle non tremano", la recensione

  • Ufficio Stampa

A tre anni di distanza dall'ultimo lavoro Dolcenera torna sul mercato discografico con "Le stelle non tremano" (Universal Music), un disco che "ruota intorno alla paura del futuro e si focalizza sui sentimenti che possono combatterla" ha spiegato la cantante. Nel corso dell'ascolto del disco si palesa via via il lavoro che sta dietro a questo disco, ricercato nei testi e curatissimo nelle melodie. Undici tracce ricche di sentimento appunto ma che non prescindono dalla realtà non solo nella sua dimensione presente ma anche e soprattutto rispetto a quello che sarà, alle incognite che riserva il domani. La cantante ha scelto di presentarlo in questa data particolare (l'11 settembre) legata a uno degli eventi più tragici dell storia del mondo per due ordini di motivi, il primo: "Pochi sanno che questa data, che tutti associano all'attacco alle Torri Gemelle, fu scelta da Gandhi nel 1906 per "Satyagraha", il manifesto della lotta non violenta" ha spiegato la cantante che ha poi aggiunto: " in secondo luogo perché la storia di questo album inizia proprio l'11 settembre. "Le stelle non tremano" significa proprio questo... non avere paura!".

Alcune delle tracce contenute nell'album hanno già raggiunto il successo come singoli tra i più passati dalle radio. La voce calda di Dolcenera infatti ci ha accompagnato per tutta l'estate con "Fantastica", un brano dance che dona al disco una certa frizzantezza. A ispirare Dolcenera è stato però un ricordo triste, quello di una persona che non c'è più " a cui ho voluti tanto bene e da cui ho imparato che la vita va presa con un sorriso. Un sorriso cambia, non solo le visioni delle cose che ci accadono intorno, ma anche i punti di vista sui sentimenti più crudeli che proviamo, come la rabbia e la paura". Il pubblico ha già ascoltato anche "Niente al mondo", hit dell'estate 2014 per 15 settimane in vetta alle classifiche; "Un Peccato" che con la sua ritmicità scandita dai suoni in loop che ricordano la natura; e "Accendi lo spirito", inno all'inquietudine del nostro tempo con un ritornello ricco di speranza.

La copertina del disco di Dolcenera

Ancora inedite agli ascoltatori e ai fan di Dolcenera sono invece "Immenso" scelta dalla cantante come IG track dell'album per la sua particolare sonorità, simile a quella tipica napoletana, ma arrangiata in modo molto moderno. Nonostante la chiave inedita in cui viene musicato il brano, l'emotività, parte integrante della musica italiana, non si perde affatto.Anche "Figli del caos" è inedita e sorprendente. Richiama suoni cinesi e giapponesi e non poteva essere diversamente considerando che il brano nasce a Hong Kong dove Manu Dolcenera si trovava per un tour teatrale. Non solo, in questa canzone trovano spazio sound variegati "perché Hong Kong è un melting pot, un incrocio di culture" ha spiegato. Si cambia totalmente invece con "Credo" dove a prevalere sono i suoni electro-pop e poi una tromba solista che mista al timbro particolarissimo della cantante suscita emozioni e sensazioni. "Il viaggio" riprende in maniera evocativa il tema centrale dell'album puntando sull'urgenza della condivisione e sulla voglia di stare insieme che spesso aiuta a stare meglio. Infine, "2Vite" che richiama un po' i suoni orientali di prima,"L'anima in lacrima" che è un vero e proprio viaggio sonoro a New York, e infine "Universale", arrangiamento da colonna sonora di un colossal cinematografico.

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017