Donna Summer: morta per le polveri dell'attentato dell'11 settembre

  • Infophoto

Donna Summer, morta ieri all’età di 63 anni di cancro ai polmoni, pare si sia ammalata per aver inalato le polveri derivanti dal crollo delle Torri Gemelle nell’attentato dell’11 settembre 2001 a New York.

Lo fa sapere il Daily Telegraph che pubblica: “Donna Summer, la cantante pop degli anni ’70 nota come la regina della Disco, è morta di cancro ai polmoni – malattia che credeva di aver contratto per aver inalato particelle tossiche rilasciate dopo l’attacco dell’11 settembre”. In effetti, all’indomani del mesto evento, il giornale pubblica le parole che la stessa cantante aveva lasciato in un’intervista: “Non volevo parlare con nessuno. Tenevo le finestre chiuse e rimanevo in camera, tutto il giorno”, parlando della sua malattia che pian piano la stava divorando.

Dopo l’accaduto l’artista pare non abbia voluto lasciare la sua casa a Manhattan per la depressione dovuta ad una premonizione, come riporta il giornale “The Sun” al quale dichiarava, dopo essersi fatta forza:“Sono andata in chiesa e la luce è tornata nella mia anima. Quella pesantezza non c'era più".

La possibilità che Donna Summer si sia ammalata proprio in occasione di quell’evento, è confermata anche dai medici che riferiscono della morte di circa 1000 persone che hanno contratto malattie respiratorie e cancro ai polmoni per aver respirato il pulviscolo tossico generato dal crollo.

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Attualità - Excite Network Copyright ©1995 - 2014