Excite

Elbow - Leaders of the free world

Etichetta: V2 - Voto: 8
Brano migliore: My Very Best, Great expectation
Acquista il disco su Ebay

Ancora vi dovete riprendere dallo shock del terzo album dei Coldplay?
Tranquilli! Ci sono gli Elbow!

Si, è vero: Elbow preesistono a Coldplay, però se vi piace il genere, sicuramente sono più interessanti, meno adolescenziali' e magari, solo perché sono meno famosi, alcuni di voi non li hanno mai sentiti

di Joyello

Certo, nemmeno loro sono scevri di riferimenti e qui e là balzano alla mente nomi illustri del passato più o meno remoto Ad esempio a me ricordano (e non lo considero un difetto), un po' i Doves.
Le loro canzoni sono intime e graffianti (meno graffianti del solito, ahimè, in quest'album) con una forza che ricorda certi Manic Street Preachers ma anche le melodie malate di John Martyn o Van Morrison come se fossero rilette dai Genesis più ispirati. Ci sono echi di Pink Floyd anni 70 (l'ottima My Very Best , pronta per intitolare il futuro greatest hits) gli eterni Beatles ( The Evetrhere ) ed anche (ma ciò non vi spaventi) Crosby Stills Nash & Young filtrati dai Vanilla Fudge (Great Expectation).
Leaders of the free world è un album delizioso, ottimo come sottofondo per leggere un bel libro romantico o mentre state al PC a chattare Non è invadente e ammalia, con la grazia di un cioccolatino fondente.
La title track da sola, sei minuti abbondanti di canzone (l'unica così lunga), è in grado di colpire direttamente al cuore, con un incedere lento ed al contempo duro che emoziona e convince. Il crescendo finale, con gli intrecci armonizzati delle voci, è da pelle d'oca. Appena finisce si ha la voglia di rimetterla da capo.
Dischi così, quest'anno, ne sono usciti pochi Teniamolo caro.

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017