Excite

Elvis Presley non è morto: l'ologramma sul palco

  • Infophoto

Elvis Presley è vivo. Lo è nella memoria di tanti e nella forza iconica del mito per chi – ormai la maggioranza – l'ha conosciuto solo attraverso le sue canzoni e i video dei suoi travolgenti concerti.

Morto a Memphis il 16 agosto 1977 per cause ancora avvolte dal mistero, il Re del rock tornerà presto a vivere sottoforma di ologramma: la Digital Domain Media Group, la società che qualche settimana fa al Coachella Festival ha resuscitato il rapper Tupac Shakur registrando un certo scalpore in mezzo mondo, ha infatti annunciato un accordo esclusivo con la Core Media Group per realizzare congiuntamente l'ologramma di Elvis, per una serie di progetti di intrattenimento: concerti, eventi e forse altro.

"I fan di Elvis saranno entusiasti dell'esibizione – ha dichiarato Jack Soden, presidente dell'Elvis Presley Enterprises, una divisione della Core Media – la qualità del progetto accrescerà la già immensa fama del Re in tutto il mondo".

Ovviamente, le location delle miracolose apparizioni olografiche non sono ancora note. Tuttavia, basti pensare che la Core Media ha inglobato da poco la gestione dell'Apollo Global Management, l'azienda che detiene i diritti d'immagine di Elvis. E, stando a quanto ha scritto l'Hollywood Reporter, non è escluso che Presley possa apparire in un film o in uno show televisivo. Sarebbe davvero come riportalo in vita. O quasi.

Fra l'altro, sempre in tema di vita & morte, c'è da aggiungere su Elvis un'ulteriore stranezza (quante ce ne sono a costellare la sua parabola): la cripta nel mausoleo del cimitero di Forest Hill, a Memphis, dove The King è stato sepolto dopo la sua morte nel 1977, verrà infatti battuta all'asta il mese prossimo dalla Julien's Auctions, Beverly Hills. Il lotto, che ha un prezzo di partenza non esattamente accessibile di 100mila dollari, include anche un'iscrizione commemorativa. Niente di più, però: il rito funebre, ovviamente, è escluso.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019