Excite

Emi, a casa duemila dipendenti

La Emi, la grande multinazionale della discografia, è in procinto di licenziare un dipendente su tre. L’indiscrezione arriva dal “Wall Street Journal” secondo il quale il personale sarà privato di almeno duemila unità.

Il quotidiano economico Usa evidenzia poi come la compagnia stia per abbattere anche le spese di marketing e stia pensando di non rinnovare i contratti con alcuni artisti. Una manovra voluta da Terra Firma Capital Partners (che ha rilevato Emi lo scorso anno per 6,26 miliardi di dollari) e che fa parte del piano di ristrutturazione dell’azienda. Gran parte dei tagli sarano concentrati nella divisione che si dedica alla “recorded music”.

La compagnia punta a centralizzare le sue attività di marketing, vendita e amministrazione in un'unica divisione ma i suoi progetti hanno già messo sul piede di guerra molti dei suoi "big" incluso Robbie Williams che ha minacciato di non concederle i diritti del suo prossimo album.  Provvedimenti analoghi li stanno valutando anche altri orfani di Tony Wadsworth, capo del ramo britannico della Emi da 25 anni, prima vittima dell'ondata di licenziamenti.

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017