Excite

Eurovision 2014: Emma Marrone fallimento epico al 21esimo posto, vince Conchita Wurst

  • youtube

Emma Marrone è un fallimento epico all'Eurovision Song Contest 2014, dove la cantante si è classificata 21esima, a parti merito con l'Azerbaijan, nella finale tenutasi il 10 maggio a Copenaghen. Il peggior risultato che si ricordi per il nostro paese all'interno di questa competizione, i bookmaker l'avevano prevista sfavorita a metà classifica, nemmeno loro si aspettavano un disastro come questo. Emma non solo non riporta il premio in patria, l'ultimo a vincere fu Toto Cutugno nel 1990, ma viene snobbata da molte delle nazioni che le danno, in alcuni casi, anche un solo punto. Emma si ritrova così al fondo della classifica vicina a San Marino, Slovenia e Francia.

Guarda le foto di Emma Marrone che gattona con l'intimo in vista alla finale dell'Eurovision Song Contest 2014

Emma aveva detto che se non vinceva si sarebbe “incazzata”, dichiarando che Conchita Wurst senza barba non avrebbe avuto chance, intanto Conchita ha vinto il primo premio con “Rise Like a Phoenix” e la sua barba con questo c'entra poco, anche l'Italia ha votato per lui con 12 punti. C'è da ringraziare comunque Malta e l'Albania, che da sole solette le hanno dato rispettivamente 12 punti e 10 punti. Emma non ha convinto e non ha convinto già da prima che il contest cominciasse, basti pensare alla petizione online che era partita e aveva trovato diversi firmatari per farla escludere dalla competizione e presentare un artista in grado di rappresentare l'Italia.

Emma vince così il trofeo di peggiore artista italiana mai andata all'Eurovision Song Contest, spodestando dal trono Domenico Modugno che arrivò 17esimo nel 1966. La cantante ha anche scritto un Twitter nel quale ringrazia tutti e dice di aver cercato di dare il massimo e di essere fiera di sé stessa “a prescindere”. Del resto l'Italia non è l'unica ad aver avuto un'annata pessima, l'Irlanda non è nemmeno arrivata in finale, nonostante avesse sempre piazzato i suoi in buone posizioni, in cui si contano ben 7 vittorie. L'Austria, invece, grazie a Conchita si aggiudica il suo secondo titolo, l'ultimo vinto nel 1966 e con uno dei punteggi più alti di sempre.

Per quanto riguarda la vittoria di Conchita Wurst può essere vista anche come una vittoria morale oltre che artistica per la drag queen austriaca. Infatti il cantante era stato oggetto di attacchi da più fronti per il suo look con barba e abiti eleganti, che aveva alzato la polemica soprattutto in Russia dove era partita una petizione prima per oscurare le sue performance dalla televisione del paese e poi era stato suggerito di far ritirare direttamente il duo delle gemelle russe perchè l'Eurovision era stata definita la “Gay parade d'Europa” e uno “show sodomita”, cattivo esempio per tutti i giovani russi.

Guarda il live di Emma Marrone all'Eurovision 2014 con “La mia città”

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017