Excite

Fedez contro la giornalista di Telelombardia, scoppia la polemica sui Black bloc

  • Youtube

Un momento non proprio 'magnifico', almeno dal punto di vista della comunicazione, per Fedez. Il rapper ha lasciato i giornalisti che cercavano di intervistarlo a margine del suo intervento ad un incontro tenuto a Milano su 'La dieta a Zona'. Il motivo? La domanda di una giornalista di Telelombardia che ha cercato di pungolarlo sulla polemica scaturita dopo gli scontri scoppiati nel capoluogo lombardo nel giorno dell'inaugurazione dell'Expo.

"Chi deve pagare i danni causati dai black bloc", chiede la giornalista. Fedez a quel punto non ne può più e, con una risata isterica, chiama al suo fianco Betti Soldati, la sua addetta stampa, che lo invita a non rispondere. "Domandare è lecito, rispondere è cortesia. Siamo in democrazia", incalza la cronista.

NoExpo, Fedez e la polemica con Salvini

Betti Soldati interviene in maniera cortese, ma decisa, al fianco di Fedez e rivolgendosi ai giornalisti chiede di rispettare i patti. E ricorda loro di aver chiestodi porre domande esclusivamente sulla dieta a zona, motivo dell'intervento del cantante.

Fedez finisce per sbottare e lascia tutti con un palmo di naso, fuggendo dal nugolo di giornalisti. "Facciamo che vi organizzate tra di voi e decidete cosa fare della vostra vita".

Il battibecco però non si placa. Fedez e la Soldati da una parte, i giornalisti dall'altra. Non c'è rispetto, dice l'addetta stampa, non mi infastidisce la domanda, ma la violenza con cui la poni, ribadisce il rapper.

Alla fine del convegno, in un modo o nell'altro, Fedez torna sull'argomento. E parte la riflessione sul fatto che in questo ultimo periodo è stato accusato di tutto, anche di istigazione alla violenza urbana. "Il Foglio, un giornale di quattro pagine, di cui una di pubblicità, mi ha dedicato un articolo intitolato 'il rapper banale'. Sono contento che tutti i giornali che non leggo mi insultino".

Fedez si è schierato al fianco dei movimenti No-Expo. Dopo gli scontri del 1° maggio a Milano, Matteo Salvini, tra i tanti ad attaccarlo, gli aveva dedicato un "Paga i danni di tasca tua, fenomeno!" a mezzo social.

Parole a cui il cantante aveva risposto parlando di squadrismo mediatico. "Non è onesto mettere nello stesso pentolone coloro che esprimono e chi si lascia andare a violenze come i black bloc".

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017