Excite

Finardi, un concerto per sordi

"La musica si può ascoltare attraverso le ossa, la vista, perché è fatta di sentimento. Perché forse i suoni non sempre si possono udire, ma si possono sempre sentire". Un evento particolare, un esperimento che segna un'epoca: un concerto per non udenti.

A fare da testimonial all'iniziativa, Eugenio Finardi, figlio di una donna sorda e padre di una bambina down: "Da sempre sono vicino a coloro che devono vivere trovando altri sistemi, e in questo mondo c'è una fantasia e un'energia particolari".

L'evento è in programma a Roma, Auditorium Parco della musica, il 6 dicembre: sul palco, artisti sordi e no. Le note si faranno tattili grazie allo stratagemma di palloncini che trasmetteranno le note tramite vibrazioni e con l'interpretazione artistica della Lis, la lingua dei segni italiana. Gli esecutori non udenti utilizzeranno i gesti, che saranno tradotti in suoni.

La serata è organizzata dall'Associazione Leonardo Da Vinci Art, che sta attraversando un momento di difficoltà economica e che cercherà di raccogliere i fondi necessari a garantire la sopravvivenza e il miglioramento della Prima Scuola d'arte per sordi e sordo-ciechi. Ecco perché è importante esserci: per dare il proprio sostegno diretto, e assistere a un evento unico.

"Io conosco un ragazzo figlio di una cantante americana molto brava - chiude Finardi - che ha dei problemi di udito seri ma è un bravissimo musicista, un pianista geniale. Ecco, sono questi i casi che mi hanno fatto accettare con onore di essere il testimonial dell'iniziativa".

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017