Excite

Firenze, no ai Pink Floyd in chiesa

Vietate le note dei Pink Floyd in una chiesa di Firenze, Santo Stefano al Ponte Vecchio.

Pare si tratti dell'ennesimo stop della curia fiorentina alla musica nelle chiese locali. A subire il diktat è stata l'associazione Nuovi eventi musicali, che da tempo aveva prenotato la chiesa di Santo Stefano per i prossimi 2 e 3 luglio (alla bella cifra di 500 euro più Iva) per eseguirvi un concerto su due giorni nel cui programma sarebbero stati inclusi Mendelssohn, Schumann, Brahms e, appunto, la band fondata da Richard Wright..

L'altro giorno Sergio Militello, organista-compositore responsabile diocesano per la musica, ha esplicitamente richiesto "di cancellare i Pink Floyd e/o sostituirli con altro autore poiché le indicazioni della Curia in vigore dal 2007 consentono, nelle chiese, solo l'esecuzione di opere sacre".

Fin qui sarebbe tutto corretto. Se non fosse, come spiega Mario Setti, presidente dei Nem, "che nemmeno le altre composizioni sono sacre. E che proprio nel 2007, in Santo Stefano, abbiamo già presentato, senza opposizioni di sorta dalla curia, un concerto, neanche quello a carattere religioso, della cantante Ginevra Di Marco. Inoltre sul programma di luglio avevamo già ricevuto un tacito assenso".

Il pezzo incriminato dei Pink Floyd è Atom Heart Mother, classico degli anni Settanta senza testo ma solo vocalizzi. Una sorta di suite in sei parti realizzata in collaborazione con il compositore Ron Geesin.

Pink Floyd - Atom Heart Mother

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017