Excite

Le 10 meteore musicali degli anni '90: che fine hanno dopo il successo?

di Valentina Gianfermo

In Italia il fenomeno delle meteore è abbastanza noto, c'è chi scompare veramente come le "Lollipop" e chi, quando tutti si chiedevano dove fosse, stava felicemente continuando a fare musica e seguire la propria passione lontano dai riflettori. Ecco che fine hanno fatto le meteore musicali degli anni '90 che con i loro tormentoni sono rimasti impressi nella mente di tutti.

1. Gli Hanson arrivarono al successo con il brano “Mmmpob” tra il 1996 e il 1997, non sono spariti, hanno solo avuto qualche difficoltà con la loro etichetta e hanno pubblicato diversi album, di cui l'ultimo si intitola “Anthem” ed è uscito nel 2013. (Continua...)
2. Tutti ricorderanno i Bran Van 3000 e la loro “Drinking in LA” del 1997. Anche in questo caso il collettivo musicale formatosi nel 1995 sta continuando a lavorare, il loro ultimo album è del 2010. (Continua...)
3. Jennifer Page cantava “Crush” nel 1998, poi non se n'è saputo più nulla, ma lei continuava a scrivere canzoni e ha pubblicato ben tre album, ma lontana dalle scene internazionali. (Continua...)
3. Jennifer Page cantava “Crush” nel 1998, poi non se n'è saputo più nulla, ma lei continuava a scrivere canzoni e ha pubblicato ben tre album, ma lontana dalle scene internazionali. (Continua...)
4. C'è ancora chi canta “It Takes a Fool to Remain Sane” dei The Ark, uscita alla fine del 1999 e pronta per il nuovo secolo, era la canzone più ascoltata dell'epoca. La band, formatasi nel 1991, dopo una serie di album, si è ufficialmente sciolta nel 2011, ma anche questo nessuno lo sapeva. (Continua...)
5. Chi non canticchia ancora i Fool's Garden e la loro “Lemon Tree” del 1995? Peccato che dopo questo enorme successo la band sia scesa di tono, anche se è tutt'ora in attività, nel 2012 hanno pubblicato il loro ultimo album e nel 2013 hanno anche scritto un nuovo singolo. Lo sapevate? (Continua...)
6. Scatman John nel 1994 con la sua “Scatman” è stato nelle classifiche mondiali ai primi posti e lui balbettava davvero, ma questo non gli impedì di creare uno stile tutto suo. Purtroppo nel 1999 all'età di 57 anni, John Paul Larkin, è morto a causa di un carcinoma polmonare. (Continua...)
6. Scatman John nel 1994 con la sua “Scatman” è stato nelle classifiche mondiali ai primi posti e lui balbettava davvero, ma questo non gli impedì di creare uno stile tutto suo. Purtroppo nel 1999 all'età di 57 anni, John Paul Larkin, è morto a causa di un carcinoma polmonare. (Continua...)
7. Ancora sognate la bella sirena di “Underwater Love”, la hit degli Smoke City datata 1997. Ci sono cattivissime notizie per loro, la band, dopo il primo successo, ha inciso solo un altro disco nel 2001 e il suo fallimento ha portato al loro scioglimento ufficiale l'anno successivo. (Continua...)
8. I New Radicals erano un fenomeno con la loro “You get what you give” del 1998 e lì si fermarono. Il cantante e leader della band, però, ha continuato a scrivere testi per artisti importanti come Santana e Ronan Keating. (Continua...)
9. Andrea Johnson arrivò sulla scena con “Glorious” nel 1999, singolo che andò a far parte di pubblicità come quella della Volvo e della Nutella. Il suo successo internazionale, però, si è fermato lì, nonostante il suo ultimo album sia solo del 2012 col titolo “Village Idiot”. (Continua...)

10. La “Spaceman” dei Babylon Zoo venne resa nota nel 1995 dallo spot della Levi's che l'aveva scelta per quell'anno. La band non andò molto oltre però dopo quel primo album a cui ne seguì uno nel 1998 e poi si persero per sempre le loro tracce.

Foto @youtube @Facebook artisti

10. La “Spaceman” dei Babylon Zoo venne resa nota nel 1995 dallo spot della Levi's che l'aveva scelta per quell'anno. La band non andò molto oltre però dopo quel primo album a cui ne seguì uno nel 1998 e poi si persero per sempre le loro tracce.

Foto @youtube @Facebook artisti

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017