Excite

Franco Califano: 'Mai chiesto denaro, datemi una casa'

Franco Califano, indigente o meno, è riuscito a tornare in prima linea nell'incartapecorito panorama del music-biz (?) nostrano. L'ultima è che il Califfo vuole partecipare a Sanremo con una canzone affidata a Mario Lavezzi. Lo ha detto ieri a Pupo, nel corso del programma che questi conduce su Radiouno. 'Faccio un appello a Mazzi e Morandi perchè ascoltino la canzone con attenzione', ha detto il cantante.

Quanto alle polemiche dei giorni scorsi, invece, legate alla sua richiesta di aiuto e dell'applicazione della legge Bacchelli per il suo caso, il cantautore ha rilasciato una caldissima intervista al Giornale. Nella quale s'è scaldato, e non poco: 'Non ho bisogno di denaro, non ne voglio, mi basta il mio', ha detto.

'La mia è sembrata una spudorata richiesta di denaro. Ma non è così - ha detto a Paolo Giordano - non è vero un tubo. E non voglio la legge Bacchelli. Vivo con il denaro che deriva dai diritti d'autore'.

Ventimila euro l'anno, sottolinea giustamente il giornalista: 'Più quello delle serate – ribatte il Califfo – anche se da metà luglio non ne posso fare perché sono caduto e mi sono rotto tre vertebre'. E aggiunge: 'Non sapevo neanche dell'esistenza di questa legge. Sono continuamente circondato da gente che mi dice: tu non hai quello che ti meriti, ti dovrebbero dare questo questo e quello'.

L'unica cosa che gli manca, quella sì, è una casa: 'Ho conosciuto un'infinità di artisti ridotti alla fame. Io mi sono salvato perché non ho mai speso una lira in più di quello che avevo - ha concluso – da ragazzo non ho mai pensato di riuscire a invecchiare. Poi, quando ho iniziato a invecchiare, non ho mai acquistato una casa. E poi per lasciarla a chi? Non ho figli, non ho nessuno. E tra due anni magari non ci sarò più, ho solo chiesto un posto dove passare le mie ultime notti'.

(foto © LaPresse)

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017