Excite

Franco Califano: 'Mi scuso con operai e pensionati'

Franco Califano torna sui suoi passi e si scusa con chi non arriva alla fine del mese. 'Pensavo che la legge Bacchelli fosse una specie di onorificenza e ho detto: Va bene, mi potrebbe essere utile, cedendo a un impulso del momento. Ma in realtà non voglio la pietà di nessuno e detesto solo l'idea di ammorbare gli altri con i miei guai'.

Il Califfo chiarisce ancora una volta la richiesta del vitalizio che la legge prevede e i tanti equivoci che sono nati dal suo appello dei giorni scorsi. 'Mi scuso con gli operai e con i pensionati che vivono con poche centinaia di euro al mese. In realtà la mia è una casa in affitto - spiega il cantautore al settimanale Oggi - con un canone accessibile perché è fuori Roma. E non so per quanto ancora potrò permettermela'.

Come noto, il governatore del Lazio Renata Polverini si è resa disponibile ad aiutarlo: 'Soldi non ne chiedo perché da mangiare non mi mancherà mai. Ma se lei mi aiuta a trovare un tetto sicuro, ne sarei felice. E aggiungo - conclude Califano - che non pretendo una reggia'.

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017