Excite

Funerali Lucio Dalla: lacrime, musica e ricordi

  • Infophoto

"Buon compleanno, Lucio” apre così l’omelia padre Bernardo Boschi, il confessore di Lucio Dalla che ieri, nella basilica di San Petronio a Bologna ha celebrato il rito funebre. Il ricordo va "a quando lo festeggiavi con tua madre in piazza Cavour, oggi è tutta Bologna che lo festeggia con te" e non si riesce a trattenere la commozione.

Guarda le foto del funerale di Lucio Dalla

Erano circa 10000 persone, tra amici, conoscenti, parenti, fan, concittadini che ieri hanno assistito alla cerimonia per l’ultimo saluto ad uno dei cantautori che ha scritto la storia della musica italiana.

La salma è giunta nella sua città natale, Bologna, due giorni prima dei funerali e posta a Palazzo d’Accursio per lasciare al pubblico la possibilità di omaggiarla. Quasi 50mila persone, in questi giorni, a lasciare un pensiero, poggiare la mano e dare un ultimo bacio alla bara di Lucio Dalla.

Il feretro è arrivato nella Basilica di San Petronio. Fuori il maxischermo per seguire i funerali. La piazza era gremita.

Subito dietro la bara i suoi amici più stretto come Ron e Marco Alemanno. Hanno partecipato in migliaia. Tra i suoi colleghi a stargli vicino per qualche ultima ora, Gianni Morandi, grande amico e collega, Samuele Bersani, suo pupillo, Gaetano Curreri degli Stadio, Roberto Vecchioni, i Pooh. Cesare Cremonini, Jovanotti, Renato Zero, Gigi d’Alessio, Renzo Arbore, Biagio Antonacci, Nek, Amedeo Minghi, Ligabue e tantissimi altri. Anche molte autorità ad omaggiarlo come Pier Ferdinando Casini e Luca Cordero di Montezemolo.

Foto: l'omaggio allo stadio di Bologna

Il momento più commovente è stato quello dei ricordi. Il primo a commuoversi è proprio padre Bernardo Boschi, suo confessore, che durante l’omelia ha detto: “Lucio trasmetteva serenità e gioia, ci ha lasciati più soli e più tristi. Ma l'eredità che ci lascia è proprio questa, l'insostenibile leggerezza dell'essere” – poi continua – “tutta Bologna ti vuole bene, tu hai amato tutti, questo popolo ti capisce, dalle autorità agli ultimi. Bologna ha perso un figlio vero che ne rappresentava la sottile ironia, la profondità, anche quella specie clownesca propria della sua creatività”. Commuovendo tutti il padre continua: "mi viene in mente quando dicevi la terra finisce, comincia il cielo. Tu sarai con la mamma a celebrare questo compleanno, noi qui siamo tristi ma tu non vorresti che lo fossimo". Ha chiuso con "caro Lucio, ti salutiamo, saremo sempre con te perché tu sei con noi, in mezzo a noi".

Guarda il video di Marco Alemanno

Marco Alemanno, attore 32enne, amico, collaboratore e pupillo di Lucio Dalla, ha commosso tutti con le sue parole davanti al feretro prima della sepoltura: “Da diverso tempo ormai ho il piacere, l'onore e il privilegio di crescere al fianco di Lucio, il cantante, il musicista, il regista ma soprattutto l'uomo eterno bambino a cui devo gia' tanto". Ad accompagnare queste parole, quelle del testo della canzone “Le rondini”, uno dei dischi che suo padre aveva comprato quando Marco aveva solo 10 anni. Il brano comincia con il fischiettare di Lucio Dalla. A seguire il suo ricordo di Lucio, un messaggio intimo e personale: “Nonostante tutto il tempo che e' passato io risento ancora quel fischio lontano" - e continua - "Avevo solo dieci anni, e non ero mai stanco di ascoltare quel brano, solo quello, mi ipnotizzava quasi.” Fu "la prima o una delle prime volte in cui mi sia commosso davvero scontrandomi con un'emozione totale e disarmante. Oggi insieme a voi posso dirgli grazie".

Lucio Dalla è sepolto al cimitero La Certosa.

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2014