Excite

FutuROMA!

Cento anni da quando Filippo Tommaso Marinetti pubblicò il "Manifesto del Futurismo" sulle pagine di "Le Figarò". Cento anni da quando l'Italia regalava al mondo un Movimento artistico che avrebbe coinvolto, stravolto e fatto discutere (soprattutto) per anni e anni ancora.

Dopo le mirabolanti imprese degli ultimi tempi, che hanno visto l'acqua di Fontana di Trevi tingersi di Rosso e Piazza di Spagna inondarsi di palline colorate in quadricromia, venute giù a migliaia dalla scalinata, Roma celebra ufficialmente il primo secolo di vita del Futurismo con una serie di manifestazioni che prenderanno il via il 20 febbraio 2009 per proseguire nei mesi successivi, fino a tarda primavera.

"FutuROMA": questo il nome dell'evento, un progetto realizzato dal Comune di Roma, Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione, con il coordinamento organizzativo di Zètema Progetto Cultura, in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e con il Ministero degli Affari Esteri, e che ha il fine di coinvolgere in rete tutti gli istituti di cultura italiani all'estero.

Tanti gli eventi ufficiali in programma, coinvolgono musei, gallerie, piazze e strade della Capitale. Tra i principali, sicuramente le mostre "Futurismo. Avanguardia-avanguardie" di Didier Ottinger, antologica realizzata in collaborazione con il “Musée National d’Art Moderne/Centre Georges Pompidou” di Parigi e la “Tate Modern” di Londra, in programma dal 20 febbraio al 24 maggio alle Scuderie del Quirinale, e "Futurismo Manifesto 100 x 100", mostra a cura di Achille Bonito Oliva al Macro Future dal 20 febbraio al 17 maggio.

Su Via del Corso invece, è già aperta al pubblico "Presentism, time and space in the long now", un’installazione del grande artista britannico Brian Eno appositamente creata per Roma futurista, un accostamento del futurismo alle attuali tecnologie digitali.

Assolutamente da non perdere il progetto tecnico "Marinetti4" (Marinetti alla quarta), V-Minds ideato e sceneggiato da Lorenzo Pizzanelli, anche regista dello stesso con Fariba Ferdosi. Una performance-installazione-video-interattiva che ha dell'incredibile, e che consentirà al pubblico di dialogare in tempo reale con un modello di Filippo Tommaso Martinetti dotato di intelligenza artificiale.

Per chi invece avesse dubbi storici sul Futurismo, sono disponibili i 7 "totem" di Futurtal, progetto di Andrea Paoloni e Giordano Bruno Guerri, che consentirà di ricevere informazioni audio-video sul futurismo semplicemente interrogando i totem, dotati di un apposito software e, se opportunamente stimolati da interrogazioni vocali, in virtù di un sistema di sintesi della voce saranno capaci di rispondere alle domande tramite un avatar.

Un gioiello video della rassegna è il documentario inedito “Sulle tracce del Futurismo”, che ricostruisce la storia del Battaglione Lombardo Volontari Ciclisti, e sarà proiettato al Palazzo delle Esposizioni.

Ci si aspetta, però, qualche evento estemporaneo. Dopo la Fontana Rossa e le palline di Piazza di Spagna, adesso si tiene d'occhio il Colosseo...

L'Azione Futurista a Roma!

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017