Excite

George Michael: 'Ho meritato la galera'

Sono le prime dichiarazioni dopo l'esperienza carceraria. Otto settimane, tanto è durato il periodo di detenzione scontato dopo che lo scorso 4 luglio George Michael s'era schiantato con la sua Range Rover sfondando la vetrina di un negozio. Guidava, ovviamente, sotto gli effetti della cannabis. 'Ho meritato la galera', ha ammesso il cantante ai microfoni di Bbc Radio 2.

Guarda le foto storiche degli Wham

Intervistato da Chris Evans, ha detto: 'Averlo fatto più d'una volta è stata una cosa veramente vergognosa. Quindi, dal punto di vista del karma, mi sentivo come se avessi un conto da pagare. Sono andato in prigione e ho pagato il conto. So che la gente pensa che si tratti di un'esperienza orribile; ma, se uno crede di meritarsela, è più facile sopportare qualsiasi genere di punizione. E io me la sono meritata'. Come noto, infatti, l'ex Wham era stato pizzicato molte altre volte alla guida in stato di ebbrezza o sotto l'effetto di stupefacenti.

Per l'incidente l'artista londinese, classe 1963, ha anche dovuto pagare una multa di 1.250 sterline. Senza contare che dovrà fare a meno della patente per ben cinque anni. Insomma: una punizione esemplare. Costatagli, oltre tutto, l'abbandono da parte del suo compagno Kenny Goss: il 51enne businessman texano avrebbe infatti lasciato Michael a causa dei suoi irrisolvibili problemi di droga. Questo secondo quanto riportato da Sun. La relazione era stata resa pubblica nel 1998.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019