Excite

Happy Birthday "La Capannina" @ Forte dei Marmi!

Quella che andiamo a raccontarvi oggi è la storia di un'idea che è diventata...storia. La storia di un posticino divenuto leggenda, tra miseria e nobiltà, vips e gente comune, lunghi giorni di sole e notti brave. E' la storia del locale più antico al mondo (chiuso il Rosalend di New York), La Capannina di Franceschi a Forte dei Marmi, che quest'agosto compie 80 anni tondi tondi e per festeggiare, complice il patron Gherardo Guidi, si è affidato ad un poker di ospiti.

Trova l'Event del Party finale su Excite Bynight!

..."C'era una volta...", a Forte dei Marmi, un albergatore che tutti conoscevano, nobili toscani e romani, industriali lombardi e piemontesi. Correva l'estate del 1929 e il suo nome era Achille Franceschi, ma tutti affettuosamente lo chiamavano e conoscevano come "Nevio". Fu proprio lui a comprare da un falegname un capanno in legno sulla spiaggia, lungo quel viale a mare che lui, allora sindaco di Forte dei Marmi, aveva fatto realizzare. Lo ripulì e lo abbellì, ci portò un grammofono a manovella, qualche disco e vi costruì un bancone per servire, all'occorrenza, qualche drink e pasticcini freschi. Fece mettere i tavolini per chi volesse fare una partitella a carte mentre al centro le tavole di legno venivano consumate, sempre più abitualmente, da chi avesse voglia di ballare. Fu una sua amica, contessa, a dare involontariamente il nome al locale dicendo: "Bello questo posto, sembra proprio una capannina". Così sotto quel capanno, cominciarono a ritrovarsi i nobili e gli intellettuali, i poeti e i politici: era la nascita di un mito.

C'erano i Visconti di Modrone, i Della Gherardesca, i Della Robbia, i Montemayor, gli Spalletti, i Rospigliosi, i Rucellai, i Borbone, i Colonna, gli Sforza e i Giovannelli, poi Montale, Ungaretti, Primo Levi, Leonida Repaci, il poeta Enrico Pea, Italo Balbo che ammarava direttamente davanti al locale con il suo idrovolante, nel '39 addirittura John Kennedy, che allora aveva 22 anni, si fermò in Capannina con una fidanzata americana che studiava a Firenze. Poi Gilbert Becaud, Ray Sugar Robinson, Paul Anka, Maurice Chevalier, Edith Piaf, Xavier Cougat con la moglie Abbe Lane, l'orchestra di Perez Prado, i Platters. Negli anni del boom economico ai nobili si sostituirono i grandi industriali come Pirelli, Barilla, Marzotto, Rizzoli, Moratti, Pesenti e gli Agnelli. Nacque così il grido di un ritrovo cult. Un luogo magico che, nonostante la guerra e un disastroso incendio, non ha mai chuso i battenti, ma soprattutto non ha mai ceduto alla tentazione di trasformarsi in una discoteca, restando solo una grande casa di legno sulla sabbia, intatta nei suoi arredi originali e nel suo stile.

Nel '77 Gherardo Guidi rilevò il locale dagli eredi Franceschi, decidendo di mantenere nell'insegna il nome del fondatore. Il successo di Capannina è continuato fino ad oggi, che si conferma il locale più antico al mondo, seguito dal Maxim di Parigi nato quattro anni dopo. Sul suo palco sono saliti, dal '77 ad oggi, Patty Pravo, Ray Charles, Peppino di Capri, Fred Buongusto, Gloria Gaynor, Amy Stewart, Grace Jones, Ornella Vanoni, Anna Oxa, Alba Parietti e Valeria Marini, Gigi Proietti, Beppe Grillo, Roberto Benigni e deejay internazionali, come Claude Challe del Buddha Bar di Parigi. Il locale ha fatto anche da set al film dei fratelli Vanzina "Sapore di mare", girato nel 1982.

Per festeggiare i primi 80 anni d'attività della Capannina, dicevamo, il patron si è affidato a un poker di ospiti importanti, che ben rappresentano il concetto chiave del mitico capanno: il futuro che sposa il passato, il presente che è già futuro, la tradizione che incontra le nuove tendenze. Già la scorsa domenica c'è stata la splendida Belen Rodriguez. Per i prossimi weekend, invece, spazio alla voce di Gloria Gaynor e Patty Pravo, il 20 e il 23, aspettando la megaserata del 27 con Simona Ventura e Jerry Calà, madrina e storico guest che spegneranno con Guidi le 80 candeline su una grande torta realizzata ad hoc.

Guarda le foto di Belen Rodriguez @ Capannina su Excite Bynight!

Le altre sere, come di consueto, saranno quelle di eleganti feste a tema, serate di piano bar, cene-spettacolo e atmosfere magiche, uniche, che solo un locale senza tempo come “La Capannina” sa regalare. Lì dove il mare luccica...gli anziani giocano a carte, mangiano una granita intrisa di amarcord e i giovani si lanciano al centro del capanno in danze "revival". Calcando quei tavoloni che hanno accolto i passi e i momenti più significativi di generazioni e generazioni, e generazioni...che storia!

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017