Excite

I Black Crowes si sono sciolti: motivi economici alla base della scelta

  • © Getty Images

I Black Crowes si sono sciolti. Dopo le voci che si erano diffuse nel mondo della musica rock, è il chitarrista Rich Robinson a dare l'annuncio ufficiale e a confermare che, dopo trent'anni di attività e numerose pause e sospensioni della loro attività sul palco, la band non esiste più, lasciando il pubblico del rock orfano di un altro gruppo particolarmente amato nel panorama del rock sudista americano.

10 meteore musicali degli anni Novanta

Richardson non usa mezzi termini e non nasconde la sua amarezza nel comunicare ai suoi fans lo scioglimenti dei Black Crowes: “E' con delusione e rammarico che, dopo aver avuto l'onore di scrivere e suonare la musica dei Black Crowes per 24 anni, mi trovo a dover annunciare che la band si è sciolta”.

Non del tutto sconosciuti i motivi dello scioglimento, visto che Robinson nel comunicato, accenna ad alcune delle cause che hanno portato alla fine del gruppo. In primis, questioni legate all'ambito economico, in cui sarebbe coinvolto il fratello Chris Robinson, frontman dei Black Crowes. Proprio Chris infatti avrebbe creato i conflitti maggiori, visto che, come spiega lo stesso Richard, avrebbe avanzato la proposta di smettere di dividere i proventi della band in parti uguali, per trasformare il batterista in un “musicista salariato”. Con ogni probabilità, i musicisti e il cantante del gruppo si dedicheranno d'ora in poi solo alle loro carriere da solisti.

L'ultima esibizione della band sul palco risale a oltre un anno fa, per la precisione al 14 dicembre 2013, quando suonarono tutti insieme a San Francisco. La loro storia musicale si concluse dopo trent'anni di attività, da quando negli anni Ottanta iniziarono il loro percorso con sonorità tipiche del Southern rock, cambiando nome e formazione numerose volte negli anni e vincendo, nel 1990, il titolo di Miglior nuovo gruppo americano del Rolling Stone.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017