Excite

I Nomadi: "Domani le radio suonino Auschwitz"

'Il 27 gennaio, alle 12,15, in occasione della celebrazione alla Camera dei deputati della Giornata della Memoria, le radio italiane suonino Auschwitz (Canzone del bambino nel vento). La canzone di Francesco Guccini è significativa e da parte dei media può arrivare l'aiuto a mantenere forte un impegno affinché nel mondo orrori simili non si ripetano mai più'. Questo l'appello di Beppe Carletti, leader dei Nomadi, alla vigilia della Giornata della memoria, in programma mercoledì 27 gennaio. I Nomadi sono stati i più celebri interpreti della nota canzone di Francesco Guccini, tanto che ancora oggi costituisce uno dei pezzi imprescindibili nei loro concerti.

'Guccini scrive e canta la storia terribile ed emblematica di un anonimo bambino morto e bruciato nel famigerato campo di sterminio nazista – racconta Carletti – una storia-simbolo delle altre sei milioni di vittime dell'orrore hitleriano. Ma la canzone non si limita alla condanna del nazismo ma allarga la sua condanna a ogni guerra'.

Questi alcuni dei passaggi chiave del pezzo: Io chiedo come può un uomo uccidere un suo fratello eppure siamo a milioni in polvere qui nel vento, in polvere qui nel vento... Io chiedo quando sarà che l' uomo potrà imparare a vivere senza ammazzare e il vento si poserà e il vento si poserà...

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017