Excite

Ibiza, addio after hours e notti trasgressive

Ibiza dice basta agli after hours. Mai più feste in discoteca dalle 6 alle 18, allo scopo di mitigare e ridimensionare l'immagine di divertimento sfrenato e trasgressivo dell’isola.

Guarda le foto dei migliori party di Ibiza

Uno stop che suona come una richiesta rivolta soprattutto ai giovani affinché questi adottino un atteggiamento più responsabile. E allora meno droghe, meno risse e meno ricoveri in ospedale, almeno a sentire i politici schierati. Tra questi, Paquita Ribas, socialista assessore all’Interno di Sant Josep. Ribas ha già emanato un decreto che anticipa quello regionale e sancisce la chiusura degli after hours.

"Ibiza vuole indirizzarsi verso il superamento della clientela di massa da discoteca" – sostiene l’assessore - "come quella in arrivo dall’Inghilterra, che prende un volo low cost, passa la notte nei locali consumando ecstasy e cocaina e poi ritorna in patria senza aver speso un cent in un hotel."

Sempre in primo piano la lotta alla droga. I dati parlano chiaro: un giovane su quattro, fra i 14 e 18 anni, consuma abitualmente cocaina durante i party organizzati sulla spiaggia.

E se la decisione ha già dato i primi risutati positivi - la recente chiusura, per motivi di droga, di due locali come il DC10 dell’italiano Andrea Pelino, e il Kumharas hanno dimostrato una diminuzione di urgenze ospedaliere causate da sostanze stupefacenti - c’è chi mette in conto il rischio di crisi dell’economia a Ibiza.

Guarda alcune foto di Ibiza e dei suoi paesaggi

Eventualità già dimostrata dagli ultimi dati con una riduzione di presenze turistiche che oscilla pericolosamente tra il 5% e il 7%.

After hour Ibiza 2008 @Bora Bora

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017