Excite

Il Traffic rischia, poi si sposta a Torino

Stava per saltare, e non sarebbe stata una bella cosa per la musica italiana. Il Traffic festival lascia Venaria e torna a Torino. Per 'ragioni di forza maggiore' la direzione della rassegna gratuita (Max Casacci, Cosimo Ammendolia, Alberto Campo, Mario Della Casa, Fabrizio Gargarone) ha annunciato lo spostamento del main stage - sede degli spettacoli in programma dal 15 al 17 luglio, fra cui i concerti di Klaxons, The Specials, Afrika Bambaataa e Bob Dylan, solo per dirne alcuni - dall'area confinante con la Reggia di Venaria a piazza Castello.

Gli organizzatori del festival musicale ringraziano la città di Torino 'per la pronta disponibilità ad accogliere in extremis Traffic in uno dei suoi luoghi più prestigiosi e simbolici'. Ma denunciano il comportamente del primo cittadino di Venaria: 'Le motivazioni di questa decisione derivano dagli sconcertanti comportamenti amministrativi di cui è responsabile in prima persona il sindaco di Venaria, Pino Catania, che ad appena cinque giorni dall'inizio del festival ha cambiato le carte in tavola, impedendone nei fatti lo svolgimento nella sede annunciata. La direzione di Traffic ha giudicato infatti inaccettabili le condizioni poste da Catania stesso, messo sotto scacco dalle pretese dei venditori ambulanti di cibo e bevande e influenzato dalle proteste di alcuni residenti'.

'Da quest'ultimo punto di vista - proseguono gli organizzatori - vorremmo confutare la percezione erronea che una parte largamente minoritaria della cittadinanza ha tuttora del festival. Nelle sette edizioni precedenti, l'ultima delle quali già organizzata a Venaria (governata allora da altri e più avveduti amministratori), radunando un pubblico complessivo di oltre 800mila spettatori, Traffic non ha dato mai luogo a qualsivoglia problema di ordine pubblico. E i disagi che ogni manifestazione di questo tipo comporta inevitabilmente, in termini di affollamento e volumi di traffico, erano compensati sul piano della visibilità mediatica e delle ricadute economiche sul territorio interessato'.

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017