Excite

Iran, vietato il concerto: "Donne nell'orchestra"

'La presenza femminile in un'orchestra non si addice alle tradizioni della nostra regione'. Una motivazione che sta come una sentenza, e che ha provocato la sospensione del concerto di musica classica del maestro Homayun Shajarian. Vietato suonare.

Fra i musicisti, infatti, c'erano due donne. È per questo che Ahmad Ahmadi-manesh, direttore generale del ministero della Cultura e della Guida islamica nella regione dell'Azerbaijan Orientale, ha deciso di non far esibire l'orchestra di Shajarian nella regione. E poi ha spiegato le sue ragioni in un'intervista all'agenzia Isna: 'La presenza di due donne in un'orchestra non è conforme alle tradizioni islamiche della città di Tabriz e quindi, per questioni etiche e per la sicurezza della regione, il concerto è stato vietato dalle autorità competenti'. Ahmadi-manesh ha poi aggiunto: 'Nella nostra regione favoriamo la buona musica che però rispetti i dettami della religione islamica'.

Segnale preoccupante, se si ricorda che in passato il gruppo d'orchestra di Shajarian – figlio del noto cantante iraniano Mohammad Reza Shajarian, che negli ultimi mesi ha criticato le misure repressive delle autorità governative nei confronti della popolazione, schierandosi con il movimento riformista – aveva sempre ottenuto l'autorizzazione a esibirsi in diverse regioni iraniane. E questo anche se fra i direttori c'erano alcune donne.

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017