Excite

Italia Loves Emilia: record di incassi e presenze a Campovolo

  • sky

Grandi numeri per Italia Loves Emilia. Campovolo si illumina di solidarietà grazie a oltre 150mila persone giunte da tutta Italia per seguire il concerto evento organizzato a sostegno delle popolazioni terremotate dell'Emilia. Quattro ore di spettacolo e musica con quindici big della canzone italiana. I più grandi nomi della musica leggera si sono alternati sul palco intrecciando duetti e collaborazioni, omaggi e parole spese con commozione nei confronti di una regione che può e deve farcela a rialzarsi.

Italia Loves Emilia: finale di concerto

"Ciao Reggio Mia, ciao Italia dolce Emilia" così Zucchero, primo in scaletta, saluta la sua terra e le dedica un set fatto con immensa energia: "Un soffio caldo", "Baila", "Chocabeck" i pezzi in scaletta. Subito dopo canta accompagnato da Elisa, Fiorella Mannoia e la chitarra di Jeff Beck in "Madre dolcissima". I Nomadi con Claudio Baglioni su "Io vagabondo"; Un set pieno di carica quello di Giorgia che si conclude con il duetto insieme a Lorenzo Jovanotti con la canzone "Tu mi porti su"; Subito dopo a salire sul palco è il più giovane di Italia Loves Emilia, Tiziano Ferro che emoziona con alcuni dei pezzi più importanti della sua carriera, "Sere Nere" su tutte.

Elisa ospita sul palco una cornamusa e un coro di 70 ragazzi per due duetti indimenticabili con Giuliano dei Negramaro e Ligabue. Questa la sua scaletta: "Ti vorrei sollevare", "Labyrinth" e "Gli ostacoli del cuore". Ancora la Mannoia con Giuliano Sangiorgi per un omaggio a Lucio Dalla con "Anna e Marco". I Negramaro con Elisa e Jovanotti per "Via le mani dagli occhi"; l'emozionante "Gli ostacoli del cuore" che ha visto Elisa e Ligabue affiancati da un coro di voci bianche; ancora Ligabue con i Litfiba su "Tex"; La sorpresa di Renato Zero ospite nel set di Jovanotti per "Amico".

Ad esibirsi per ultimo è Luciano Ligabue con "Marlon Brando è sempre lui", "Non è tempo per noi" (insieme a Zucchero Fornaciari) e "Il meglio deve ancora venire". Il gran finale tutti insieme su "A muso duro" di Pierangelo Bertoli, ospite il figlio Alberto Bertoli. Si conclude così uno più grandi eventi musicali in Italia del 2012 che ha permesso grazie ai 151 mila biglietti venduti di raccogliere 3,8 milioni di euro, e a questi si aggiungono i 500mila incassi del "biglietto elettronico" a 10 euro per la visione della diretta andata in onda su Sky Primafila. "Parliamo tanto di numeri" ha detto Tiziano Ferro "ma nessuno sottolinea quanto la musica italiana sia unita in queste occasioni: non ho mai visto nulla di simile né in Francia né in Germania, sono orgoglioso di far parte di questa grande scena".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018