Excite

Jay Z - R. Kelly - The Best of Both Worlds: Unfinished Business

Etichetta: Def Jam - Voto: 5
Brano Migliore: Don't let me die

Un disastro. Non ci sono altri termini utilizzabili per commentare un album nato solo per motivi di business (mai titolo fu più azzeccato), mettendo in secondo piano idee (poche e confuse) e genialità di due dei più importanti artisti del panorama rap e hip hop a stelle e strisce.
Non si capisce proprio perchè due personaggi del calibro di Jay-Z e R. Kelly si siano dovuti imbarcare in un'operazione discografica così pericolosa e, spiace dirlo, scadente.

"The Best Of Both Worlds: Unfinished Business" viene pubblicato a due anni di distanza dal precedente "The best of Both Worlds", migliore anche se non imperdibile.
Due anni che hanno portato a dei drastici cambiamenti nei loro rapporti, tanto da portarli in tribunale, l'uno contro l'altro con richieste di risarcimenti miliardari.
Ma non divaghiamo e torniamo a parlare dell'album.
"Unfinished Business" dimostra che non sempre è valida la teoria secondo la quale la somma di due ottimi artisti generi necessariamente un risultato soddisfacente.
Il problema è tutto qui. R. Kelly e Jay-Z sembrano mancare di intesa. Sono due giganti dalle anime prettamente soliste.
Come testimoniato dai primi due singoli "Big Chips" e "Don't let me die", il duo non riesce a compensare bene il proprio talento. Ognuno sembra andare per la propria direzione, incurante delle prestazioni dell'altro.
Il risultato più immediato è una noiosa ripetitività, un album che scorre piatto, senza quegli sbalzi creativi quasi obbligatori per due artisti di siffatto calibro.
"Big Chips" è un brano che risolleva le sorti del disco, dal groove convincente e follemente sostenuto da chitarre spagnole ed interessanti fiati.
"We Got 'Em Goin" ha invece un sound molto più cupo, dominato dal talento indiscutibile di R. Kelly.
I beats di "Break Up (That's All We Do)" sono interessanti ma si sente distintamente la superficialità, accompagnata ad una palese carenza di idee originali.
L'unica vera voce fuori dal coro sembra essere "Don't Let Me Die" che dimostra almeno il tentativo del duo di creare un qualcosa di differente.
"Unfinished business" sembra esser stato partorito più per obbligo che piacere e questa sensazione non riescono a dissiparla nemmeno due artisti del calibro di Jay-Z e R. Kelly. Meglio separarsi e ricominciare a sfornare album solisti. Quelli si che hanno tutto un altro spessore.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017