Excite

Jazz: Nicolosi in USA con Steve Vai

La notizia circola già da qualche giorno: i Novecento, grazie a Dreams of Peace, lalbum di Stanley Jordan da loro prodotto lo scorso anno, hanno firmato con Favored Nations Cool, la nuova branch delletichetta Favored Nations che Steve Vai ha deciso di dedicare al jazz.

Dopo Mimi Fox ed in compagnia di Larry Coryell, anchegli coinvolto nel lancio della nuova etichetta, i Novecento featuring Stanley Jordan si posizioneranno al fianco, per esempio, di Frank Gambale e Allan Holdsworth e di altri grandi nomi della chitarra, strumento cui, ovviamente, le etichette di Vai sono dedicate.
Il gruppo italiano è quindi finalmente riuscito ad arrivare al mercato americano peraltro con un altro grande riconoscimento: il nome in copertina di quello stesso album che nel nostro paese è stato pubblicato a nome di Stanley Jordan.
E un grande risultato che cercavamo da tempo, un po come tutti dichiarano i fratelli Nicolosi, un risultato che quasi non ci capacitiamo di avere raggiunto. Come di prassi, abbiamo inviato le nostre produzioni alle varie etichette nel mondo. Steve Vai ha risposto immediatamente. Per noi si tratta di un importantissimo riconoscimento, senza dubbio di grandissimo prestigio, senza parlare delle prospettive che il mercato americano offre. Eravamo certi che la collaborazione con Stanley avrebbe portato ad un risultato magnifico e non ci capacitavamo del fatto che in Italia questo album fosse passato così in sordina.
Lalbum, pressoché identico alledizione italiana, contiene in più una versione, cui si aggiunge la chitarra di Jordan, del singolo Tell me something già pubblicato nellalbum Featuring.., uscito in Italia nel 2002 sempre a nome Novecento come omaggio al nuovo corso loro carriera.
Dedicatisi, dal 1997, quasi completamente alla produzione discografica, i fratelli Nicolosi si erano guadagnati linteresse del pubblico e della critica con DrumnVoice, album nel quale come ospiti figuravano tra gli altri i fratelli Michael e Randy Brecker, progetto al quale Billy Cobham aveva aderito con la convinzione di poter far giungere le sonorità proprie del jazz ad un pubblico più vasto, un progetto di grande successo che venne distribuito in oltre 20 paesi al mondo, ma che non raggiunse gli USA se non di importazione.
Ora ci sono riusciti appunto con Stanley Jordan, che ha anche il primato di aver riportato i Novecento sul palco ad accompagnarlo sia in Italia sia allestero in occasione, per esempio, del primo Dubai Jazz Festival, nonché in Spagna e in Portogallo.
I Nicolosi sono titolari della Nicolosi Productions cui fanno capo diverse sottosezioni: J.Jazz, Just Groove, Just Music oramai distribuite in quasi tutto il mondo sia direttamente sia attraverso MCC/Sony Music Germany nonché Collective/BMG UK.
Tra gli artisti che hanno pubblicato figurano, oltre a Jordan e Cobham, Toots Thielemans, Jeff Berlin, Billy Preston, Gary Husband, Ada Rovatti.

In rete:
- La notizia nel web
- Jazz Times
- Nicolosi Productions

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017