Excite

Jova, Tutto l'amore che ho: quale copia, tanto lavoro dietro al video

Le polemiche devono aver colpito: Jovanotti, attraverso il produttore del video di Tutto l'amore che ho, mette qualche puntino sulle i, come si suol dire, e chiarisce la situazione. In molti, lo ricordiamo, l'avevano accusato di aver copiato – o comunque preso fortemente ispirazione – da un video dei Tame Impala, una band australiana.

'Il video nasce da uno spunto di Lorenzo ed è frutto di molto lavoro e molta ricerca – ha scritto Paolo Soravia al portale Rockolè un racconto epico in chiave contemporanea in cui Lorenzo si trova a lottare contro una serie di avversità. Dalla sua parte l'amore per la vita, l'amore per tutto, tutto l'amore possibile'.

'Abbiamo pensato ad un video crudo, anche violento, in forte contrasto con la canzone – continua il produttore – abbiamo guardato decine di film analizzandoli, cercando riferimenti, citazioni e immagini per raccontare la nostra storia. Quando si affronta un progetto così complesso è necessario condividere con tutte le persone coinvolte nella realizzazione dei riferimenti tecnicamente precisi'.

Poi Soravia entra nel dettaglio dei riferimenti. Nessuna traccia né allusione a Solitude is bliss, il pezzo dei Tame Impala: 'Vi racconto come lo abbiamo costruito. L'ambientazione è ispirata a film come 28 giorni dopo di Danny Boyle, Io sono leggenda (remake di Occhi bianchi sul pianeta terra) di Francis Lawrence, The road di John Hillcoat; quel tipo di fantascienza che lascia intatte le città e le architetture ma le trasforma in scenari deserti, pronti ad ospitare i nostri peggiori incubi'.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017