Excite

Jovanotti, il 10 novembre a Roma

Sarà un live pieno di energia e musica, un lungo viaggio nella suggestione delle voci del cinema, un mix ininterrotto di samples di frasi celebri dei film, di dramma, sogno, allegria, dolore, utopia, forza, amore, sesso, politica, quello che Jovanotti presenterà al Palalottomatica di Roma il prossimo 10 novembre.
Il cantante sarà accompagnato da una band eccezionale: Saturnino (basso), Franco Santarnecchi (moog, hammond, rhodes.dx7, clavinet, synt), Jorge Bezerra Junior (percussioni), Mylious Johnson (drums), Riccardo Onori (chitarre), Cristian Rigano (computers, synt, sequencer, tastiere).
Il 2005 ha segnato per Jovanotti un grande rientro sulla scena musicale: il suo ultimo lavoro discografico Buon Sangue è già triplo disco di platino e ai primi posti della classifica di vendita.
Lultimo singolo Mi fido di te è la canzone più trasmessa dalle radio italiane ed è tra i brani più scaricati dai siti che offrono musica on line.
Il nuovo tour Buon Sangue è partito il 22 ottobre 2005 da Ancona, per poi toccare, tra ottobre e dicembre, le principali città italiane, con oltre 20 concerti.
La band e Jovanotti salgono sul palco come se venissero da fuori, come macchinisti di un treno che prendono posto ai comandi. Il palazzo dello sport è un mezzo di trasporto, si parte.
Jovanotti fa concerti da una quindicina di anni e anche stavolta, più del solito, ha deciso di cambiare, di rimettersi a giocare con i linguaggi ma stavolta tutto è compresso, in faccia, semplice, potente e per quanto possibile umano (grazie anche ai computer) ma senza unidentità forte, anzi il messaggio, se proprio deve esserci un messaggio, è che siamo dentro al frullatore e ciò che vale non va mai perduto, anzi più lo frulli e meglio è.
E una liturgia relativista, se lo guardi da un certo punto di vista, è uno spettacolo di musica pop se lo guardi da un altro, è un raduno notturnoè lo spirito del rocknroll.
Va in scena il ritmo.
Questo spettacolo di Lorenzo ha unanima più cruda e funk-rock del solito.
Non ha voluto la sezione fiati, i cori, per darsi il vincolo dellelettronica e della ritmica brutale e black.
Alle spalle del palco ci sono 90 metri quadri di G-Lec, la nuova tecnologia tedesca nel campo della video proiezione, uno strumento fantasmagorico, un oggetto che è luce e immagine insieme, adatto a vedere ma ancora di più a sognare, a vivere limmagine come se se fosse una presenza musicale, difficile da raccontare.
Per quanto riguarda i brani in scaletta, Lorenzo presenterà tutti i suoi successi.
Con Salvami e Il mio nome è mai più si canta la pace non solo come precetto morale ma come intento politico, lItalia ripudia la Guerra, sta scritto, è la nostra costituzione, non è un programma di partito.
Lo spettacolo scollina dopo la vetta emotiva di Mi fido di te e si comincia a planare verso una valle di romanticismo che è un frullato ulteriore in cui il rap e la canzone da cantante, quella che si canta con le braccia aperte e lo sguardo verso linfinito, si mischiano.
Il ritmo cresce di nuovo attraverso Ragazzo Fortunato e poi di nuovo il treno a tutta velocità, Penso positivo perché son vivo, che ogni sera cambia, è lo spazio dellimprovvisazione, e con questi musicisti è un vero spettacolo, tutto può succedere.
Lorenzo a un concerto chiede di farti uscire rigenerato, farti sentire più vivo, darti una scossa, farti divertire e sudare, massaggiarti con i bassi e shakerarti con le strobo, essere liberatorio e intimo, farti sentire in buona compagnia e realizzare le condizioni per cui la musica svolge il suo ruolo che è quello di rivelare quello che unisce, anche se solo per una sera, non è tempo sprecato.
In questo concerto Lorenzo ha cambiato qualcosa, racconta piccole storie al pubblico, poi gli punta addosso tonnellate di suono, di luci e di immagini, si mette nelle mani della gente e la gente si mette nelle sue, è un abbraccio intimo, più intimo del solito, più profondo.
Cè molto rap ma anche molta melodia, molta potenza ma anche molta intimità e il flusso non si interrompe mai, è una canzone unica.

Costo dei biglietti:
parterre e galleria non numerati 26,00 + 3,50 dp
tribuna 1' livello numerata 34,00 + 5,00 dp
tribuna 2' livello numerata 34,00 + 5,00 dp

Per informazioni: 06/66182859

comunicato stampa Contaminazioni sonore

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017