Excite

Juanes, la Camisa Negra diventa un caso

Leggi l'intervista a Juanes

La Camisa Negra di Juanes esce dalle discoteche nostrane e si trasferisce nelle tribune politiche.
Il tormentone dell'estate è diventato, infatti, un caso che sta facendo discutere i rappresentanti di alcuni partiti italiani.
Sembra, infatti, che alcuni esponenti dell'estrema destra l'abbiano già adottata come un inno.

In discoteca, appena il brano viene passato, il saluto romano la fa da padrone.
Secondo il sito Indymedia, notoriamente considerato come il punto di riferimento della sinistra no global, si parla addirittura di apologia di fascismo.
"Non pieghiamo la musica alle ragioni della politica", ha detto Paolo Cento dei Verdi, "se cè strumentalizzazione, a prescindere dalla volontà del suo autore, la canzone va boicottata... con un fischio".
"La musica può cantare e accompagnare quello che vuole. Siamo noi che dobbiamo uscire dal fascismo e dall'antifascismo e andare oltre, bisogna essere più post. Non si può fare una polemica inciampando su una strofa o addirittura su un titolo", è il commento di Isabella Rauti, figlia di Pino, leader di Fiamma tricolore, e moglie del ministro Alemanno.
Alla fine, per placare le discussioni, è intervenuto Juanes in persona che si è sfogato davanti ai microfoni di "Quelli che il calcio...": "Il mio brano è solo una canzone damore. Non c'entra nulla con la politica".

In rete:
- Leggi l'intervista a Juanes

musica.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017