Excite

Justin Bieber a Roma, polizia in albergo per notificare mandato di cattura internazionale

  • Getty Images

Festa solo in parte rovinata a Roma per la popstar canadese Justin Bieber, alle prese con piccole grane legali relative ad un reato commesso (ad avviso della magistratura argentina) nel 2013 insieme alla guardia del corpo personale.

Justin Bieber, il cantante canadese a Roma per il nuovo video: ecco dove vederlo

L'atto emesso dalle autorità di Buenos Aires riguarda un'aggressione ai danni di un fotografo da parte del cantante idolo delle nuove generazioni ed è stato notificato all'hotel Cavalieri della Capitale tramite agenti della polizia.

Niente manette né interrogatorio, come precisato in serata da fonti vicine alla Questura romana, per l'artista di London, raggiunto da uomini delle forze dell'ordine nell'albergo a distanza di sicurezza dai riflettori e tuttora a piede libero nonostante la condizione di sorvegliato speciale derivante dal provvedimento in arrivo dall'Argentina.

Senza la copertura garantita dagli accordi tra i Paesi interessati allo stato del cittadino canadese, Justin Bieber forse avrebbe dovuto fare i conti con problemi molto più seri, rischiando il fermo per il presunto reato finito da tempo nel database dell'Interpol.

(Justin Bieber a Firenze, una breve gita in Italia per la popstar di London: video)

Il 21enne musicista dell'Ontario, che si trovava a Roma per partecipare alle riprese del film "Zoolander 2" di Ben Stiller e realizzare un nuovo videoclip legato al singolo “Where are U Now”, ha comunque onorato l'impegno dell'incontro ravvicinato coi numerosi fans accorsi nei pressi dell'hotel dove alloggiava da qualche giorno.

La notizia dell'insolita visita ricevuta dal loro beniamino in mattinata, è stata accolta dagli ammiratori della star internazionale del pop non senza preoccupazione, ma foto e autografi hanno ugualmente “riscaldato” l'atmosfera dopo pochi minuti dall'uscita di Justin Bieber dall'albergo capitolino.

Spinosa la questione legale che già in queste ore gli avvocati del cantante stanno valutando con la massima attenzione: il mandato di cattura sembra destinato a diventare una spada di Damocle sui prossimi appuntamenti pubblici del giovane artista, costretto con ogni probabilità a rivedere i programmi in caso di piena conferma delle accuse formulate dalle autorità argentine.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017